Racconto breve in 35 retweet

La chiameremo twitteratura?

Lo scrittore statunitense di origini nigeriane Teju Cole (il suo ultimo romanzo, Città Aperta, è pubblicato in Italia da Einaudi) ha usato il suo account Twitter per retwittare 35 tweet di persone diverse che — se letti insieme — formano un racconto.

Era dal 19 ottobre scorso che Cole, di solito grande utilizzatore del social network, non twittava nulla. E ieri, 8 gennaio, è tornato a farsi sentire con questo racconto breve. Lo scrittore non è nuovo a progetti del genere: lo scorso anno, ad esempio, ha twittato sette bellissime e brevissime storie su attacchi droni e nel 2011, con il progetto Small Fates, ha trasformato una serie di notizie prese da giornali nigeriani in tweet narrativi.

La rivista The Verge ha contattato alcuni degli utenti retwittati da Cole, che hanno spiegato che i tweet non sono spontanei ma orchestrati e scritti da Cole, che li ha contattati chiedendogli di twittare i singoli pezzetti del suo racconto.

Qui sotto (o su Storify) tutti e 35 i tweet che compongono il racconto, tradotti in italiano.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta