Letteratura buiaSull’importanza delle ombre: la saggezza giapponese di Jun’ichirō Tanizaki

Contrariamente all’Occidente, dove il buio è sinonimo di male e dubbio, nella cultura orientale le ombre sono essenziali perché danno le sfumature: ecco come le raccontava il noto scrittore giapponese

PangeaNews

Jun’ichirō Tanizaki ci ha mostrato le diverse tonalità dell’ombra e la ragione per cui lì, al riparo dalla grandine luminosa, dove ogni cosa è se stessa e l’altra parte, dove un viso è contraffatto dall’immaginazione e deterso dal desiderio, nasce la narrativa. In effetti, le parole non mettono in luce, fanno ombra. Ombreggiano – dando più dimensione ai ‘fatti’. Dicono celando, come gli oracoli.

“V’è, forse, in noi Orientali, un’inclinazione ad accettare i limiti, e le circostanze, della vita. Ci rassegniamo all’ombra, così com’è, e senza repulsione. La luce è fievole? Lasciamo che le tenebre ci inghiottano, e scopriamo la loro beltà. Al contrario, l’Occidentale crede nel progresso, e vuol mutare di stato. È passato dalla candela al petrolio, dal petrolio al gas, dal gas all’elettricità, inseguendo una chiarità che snidasse sin l’ultima particella d’ombra”, scrive Tanizaki in quel bellissimo trattato estetico, Libro d’ombra.

La questione è contorta, perché l’Occidente non è l’insegna al neon del burgerificio americano. Gli dèi sono ‘meridiani’, Dio appare in uno sfolgorio di luce, è analogo al tuono e al fuoco; però il poeta, Orfeo, deve scendere in Ade – il luogo dove non si vede, le fauci dell’ombra – per deporre il canto nel grembo di Euridice; d’altronde, ci si ripara all’ombra della preghiera, che si pratica in solitudine, in luoghi isolati – la luce si accompagna, spesso, alla folla, alla chiarità del successo – spesso di notte. La preghiera è parola che fiamma nella notte.

Continua a leggere su PangeaNews

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta