Aiuto concretoSace raddoppia il suo sforzo per le imprese italiane: 5,9 miliardi per sostenere l’export

Nonostante il lockdown, aumentano le operazioni per l’internazionalizzazione delle realtà produttive del Paese. Più 130% rispetto al 2019, tra crediti e garanzie, con un occhio di riguardo per le Pmi

Un aiuto concreto: SACE, l’Export Credit Agency italiana che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione, non lascia. Anzi, raddoppia nel primo quadrimestre del 2020 le operazioni condotte a sostegno del Made in Italy nel mondo.

Ecco le cifre: da 2,6 miliardi si passa a 5,9 miliardi di euro, che significa un incremento del 130% rispetto all’anno precedente, in sostegno al business delle imprese italiane nei mercati stranieri.

Cresce anche il numero delle operazioni supportate (+17%), con 700 milioni aggiuntivi realizzati tra aprile e marzo, e quello delle imprese sostenute, il 3% in più rispetto ad aprile 2019, in particolare del segmento delle Pmi, raggiungendo l’80% del totale delle aziende servite dalle soluzioni assicurativo-finanziarie del Polo. Il tutto durante una congiuntura economica sfavorevole.

A trainare i volumi sono state le operazioni a sostegno delle attività di export delle imprese italiane (+157% rispetto allo stesso periodo del 2019).

Si è intervenuti in comparti tipici del Made in Italy: la meccanica strumentale, l’agroalimentare e gli altri beni di consumo, le infrastrutture e costruzioni, l’oil&gas, l’energetico, il chimico/petrolchimico e il crocieristico.

Qualche nome: la lombarda Camozzi, per l’automazione industriale, GTS Rail GTS Rail (trasporti intermodali, Puglia), Mondial Granit (estrattiva-lavorazione della pietra, Sicilia). Realtà di eccellenza che hanno ricevuto garanzie a sostegno dei loro piani di crescita.

In termini geografici ci si è mossi molto nel continente americano, in Medio Oriente e Nord Africa e in Africa Subsahariana.

Nonostante il lockdown, SACE è riuscita a mantenere la capacità operativa grazie alla modalità di lavoro “smart working”, su cui era già operativa, estesa ai suoi dipendenti.

Ma anche grazie a processi digitalizzati collaudati con i propri partner e con il sistema bancario, alla disponibilità di un’ampia e diversificata offerta di soluzioni assicurativo-finanziarie digitalizzata, con sei linee di prodotti già fruibili su sacesimest.it (valutazioni clienti, assicurazione dei crediti, garanzie finanziarie, finanziamenti agevolati, cauzioni e recupero crediti).

Come spiega l’amministratore delegato di SACE, Pierfrancesco Latini, «anche in questa fase le imprese italiane hano mantenuto una forte proiezione internazionale». E il forte aumento «delle operazioni deliberate in questo tradizionale ambito di attività di SACE è il segno del nostro impegno per la competivitià del tessuto imprenditoriale ed economico nazionale, nella prospettiva di una ripartenza, che tutti auspichiamo».

In parallelo, prosegue l’operatività anche di Garanzia Italia, il nuovo strumento straordinario per sostenere le attività economiche colpite dall’emergenza Covid-19 previsto dal Decreto 23/20 “Liquidità”.

Crescono le potenziali operazioni di finanziamento in fase di istruttoria da parte delle banche, a fronte delle cui richieste SACE emetterà la garanzia entro 48 ore, come accaduto per tutte le domande di garanzie fino ad ora ricevute.

Per sostenere le aziende danneggiate dall’emergenza Covid-19, SACE ha concesso sia moratorie per i finanziamenti a medio-lungo termine garantiti in complementarietà con il sistema bancario, sia un insieme di misure per stabilizzare settori strategici per l’economia italiana quali il crocieristico e aeronautico, in coordinamento con le altre principali Agenzie di Export Credit europee coinvolte.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta