Raccontare i fondi UeI vincitori della seconda edizione del premio Giovani giornalisti per l’Europa

Gli studenti del liceo scientifico Galilei di Perugia si sono aggiudicati il premio come miglior video scelto dalla giuria di giornalisti ed esperti di comunicazione grazie al reportage “Coltivare talenti”, dedicato all’integrazione sociale di persone in difficoltà tramite l’agricoltura

Unsplash

Oltre 100 studenti hanno partecipato lunedì 6 dicembre alla Sala dei Notari a Perugia per il “Gran premio di giornalismo radiotelevisivo junior dell’Umbria 2”. Un appuntamento che ha chiuso il progetto Giovani giornalisti per l’Europa, promosso dalla Regione Umbria, finanziato dal POR Fse Umbria 2014-2020 e realizzato dal Centro di giornalismo di Perugia. 

In gara per i premi finali i 28 video realizzati dagli studenti delle scuole che hanno partecipato al progetto (Liceo Galilei di Perugia, Istituto Giordano Bruno di Perugia, Liceo Mazzatinti di Gubbio, Alberghiero De Carolis di Spoleto e Liceo Majorana di Orvieto). Gli studenti hanno seguito 40 ore di formazione teorico-pratica che ha permesso loro di realizzare video-reportage con i loro smartphone. 

Sono stati gli studenti del liceo scientifico Galilei di Perugia ad aggiudicarsi con “Coltivare talenti”, dedicato all’integrazione sociale di persone in difficoltà tramite l’agricoltura, il premio come miglior video scelto dalla giuria di giornalisti ed esperti di comunicazione. 

Oltre al premio della giuria, durante la cerimonia presentata da Mara Fraticelli (Comunicazione istituzionale e social media della Regione Umbria) e da Luca Garosi (giornalista RAI e coordinatore di questo progetto), sono stati assegnati altri 9 premi. Il premio per il video più visto su YouTube è andato “Mille possibilità per il futuro” realizzato dal Campus da Vinci, lo stesso istituto ha anche vinto il premio per il video più votato su Youtube con “Digital Montone”. 

L’Istituto Giordano Bruno ha raccontato la storia di Angelo, un detenuto del carcere di Capanne, che grazie a un progetto finanziato dal POR Fse Umbria ha seguito un corso per cuoco e adesso lavora – durante l’orario di semilibertà – con un noto ristorante perugino. Grazie a questo video, l’Istituto ha vinto il premio per la migliore storia. 

La cerimonia ha visto la collaborazione di due importanti realtà umbre: l’associazione ESN (Erasmus Student Network) Perugia e la web radio universitaria Radiophonica. L’associazione che riunisce gli studenti Erasmus ha assegnato un premio grazie ai voti di studenti universitari italiani e stranieri presenti a Perugia: per loro il miglior video è stato “Siano aperte le porte all’arte” dell’Istituto Giordano Bruno su una scuola di ceramica di Deruta dove si sono svolti corsi finanziati dal POR Fse Umbria. Mentre lo station manager di Radiophonica ha premiato “Birra Flea, il sapore gualdese” del Liceo Mazzatinti di Gubbio come video con le immagini migliori. Al liceo eugubino anche il premio per il video con il miglior montaggio “Gubbio, il tempio della ceramica”.