Il professor Monti e la tassa pro-Juventus

Il professor Monti e la tassa pro-Juventus

Sono ore febbrili, Mario Monti si spera che stia per sciogliere la riserva. Ma sul suo già ingrato compito si è abbattuta un’altra tegola. Nel primo pomeriggio Monti ha ricevuto una telefonata dal Quirinale. Preoccupatissimo, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha chiesto al professore di prendersi in carico l’ingiusto danno arrecato alla Juventus football club. La società, come denunciato ieri dal suo presidente, tal Andrea Agnelli, avrebbe subito un danno di 443 milioni di euro perché quegli incauti signori della Figc (Federazione italiana gioco calcio) hanno osato scoprire e condannare la filantropica attività di un benefattore che risponde al nome di Luciano Moggi. Il Presidente, dal Colle, avrebbe così chiesto al presidente del Consiglio in pectore di introdurre – tra le altre – una tassa per risarcire il maltolto. Anche Linkiesta, nel suo piccolo, farà la sua parte.

Le newsletter
de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter