Marchionne: «nell’industria dell’auto piccolo non è bello»

Marchionne: «nell’industria dell’auto piccolo non è bello»

Apertura del Financial Times dedicata al numero uno di Fiat Sergio Marchionne, che spiega al giornale inglese che nell’industria dell’auto «piccolo non è bello». http://goo.gl/Ubsb6

Sempre sul Ft, lo stop agli acquisti spot di petrolio iraniano da parte delle compagnie internazionali dopo la decisione europea di porre un embargo sulle esportazioni di Teheran. http://goo.gl/96aPw

Prima pagina del Wall Street Journal sul rallentamento dell’economia tedesca nel quarto trimestre dell’anno, che conferma come Berlino non sia immune dal rischio recessione. http://goo.gl/f0SmM

Sempre sul Wsj interessante analisi sul cambiamento degli equilibri all’interno del Comitato esecutivo della Bce, con l’arrivo dei quarantenni Asmussen e Coeuré. http://goo.gl/PnCwA

Dealbook, il blog finanziario del New York Times, analizza il principale problema europeo: 1.000 miliardi di debito in scadenza nel 2012. http://goo.gl/i1gqd

Il magazine The Atlantic, invece, si chiede se l’industria del private equity, che il candidato repubblicano Mitt Romney ha contribuito a creare in Usa con la sua Bain Capital, aiuti o meno l’economia. http://goo.gl/70BH2

Natale amaro per il gigante della grande distribuzione Tesco, scrive il Guardian, che evidenzia vendite in calo del 2,3% anno su anno durante le festività appena trascorse. http://goo.gl/Fgcio

Il Telegraph, riportando i risultati delle investigazioni di Scotland Yard, spiega che i servizi segreti Mi5 e Mi6 non risulterebbero coinvolti in episodi di tortura su arrestati presunti terroristi. http://goo.gl/sFMY7

Lungo reportage di Le Monde da Haiti, l’isola caraibica dove, dopo due anni dal terremoto che l’ha devastata, la ricostruzione procede troppo a rilento. http://goo.gl/BYz3Q

Le Figaro riprende un video in cui si vedono dei marines americani che urinano sui cadaveri alcuni talebani in Afghanistan, e intanto gli Usa aprono un’inchiesta. http://goo.gl/Bb18t

Il quotidiano economico Handelsblatt riporta le crescenti pressioni all’interno della Cdu per le dimissioni del presidente della repubblica federale tedesca, Christian Wulff. http://goo.gl/kV0of

La regione di Valencia rischia il default e alcune scuole sono costrette a chiudere per non aver ricevuto i trasferimenti governativi. Il reportage del Paìs: http://goo.gl/CDcpC
 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta