Il crollo del tasso di natalità in Italia

Il crollo del tasso di natalità in Italia

Il tasso di natalità ha raggiunto record storici negativi nel 2013, dopo essere stato in trend decrescente negli anni ’70 e ’80 e pressoché stabile a livelli comunque bassi dagli anni Duemila. Le recessioni hanno di solito effetti negativi sulle nascite, soprattutto se prolungate e profondi come l’ultima. Non è di certo una buona notizia per un Paese in rapido invecchiamento e dove la demografia eserciterà una pressione crescente sulla spesa pubblica per il welfare.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta