Il giorno di Sergio Mattarella

Il giorno di Sergio Mattarella

13.25: Sergio Mattarella è il dodicesimo Presidente della Repubblica Italiana, è stato eletto con 665 voti. Imposimato ha preso 127 voti, Vittorio Feltri 47. Sergio Mattarella 665, a seguire Stefano Rodotà 17, Emma Bonino 2, Antonio Martino 2, Giorgio Napolitano 2, Romano Prodi 2, schede bianche 105.

12.37: Secondo You Trend, i voti finali per Sergio Mattarella dovrebbero aggirarsi intorno ai 650. Qui c’è il ritratto del prossimo Presidente della Repubblica, di Alessandro Da Rold (è di metà gennaio, tra poco cambiamo il titolo)

12.31: Qualcuno ha votato per Roberto Facchinetti, intanto, dopo poco circa 250 schede scrutinate — ovvero circa un quarto — Mattarella ha ricevuto 150 voti. Mattarella potrebbe superare i 600 voti.

12.25: Tra i Mattarella, i Sergio Mattarella, gli On Punto Mattarella, i Feltri e gli imposimato (pochi) e le bianche pochissime, c’è  anche stato un voto per Veltroni.

12.22 «Mattarella, Feltri, Imposimato, Imposimato, Imposimato, Bianca, Mattarella… Sergio Mattarella. On. Mattarella. S. Mattarella…»

12.21: La quarta votazione si è conclusa. «Procederò direttamente io allo scrutinio», ha detto Laura Boldrini. 

12.20: Ha votato Zingaretti, si è conclusa la prima chiama. La seconda chiama sarà velocissima, hanno risposto praticamente tutti alla prima chiamata. Tra poco inizieranno le operazioni di scrutinio. 

11.44: nel frattempo l’Ansa tiene conto dei movimenti di Sergio Mattarella

11.30: Matteo Renzi è arrivato alla Camera, intanto le operazioni di voto proseguono abbatsanza spedite, con quasi tutti gli elettori che rispondono alla prima chiamata.

10.30: Maurizio Sacconi si è dimesso da capogruppo NCD al Senato dopo la decisione di una parte del gruppo di sostenere la candidatura di Mattarella.

9.52: Il Movimento 5 Stelle andrà avanti a votare Imposimato, a conferma della marginalità del voto grillino sulle sorti del Quirinale.

9.40: È iniziata la prima chiama per la quarta votazione.

8.50: I centristi cedono a Renzi, i 75 di Ncd e Udc voteranno Mattarella

8.30: È il terzo giorno di votazioni per l’elezione del Presidente della Repubblica. Alle 9.30 inizierà la quarta seduta di voto e, se non ci dovessero essere (clamorose) sorprese dell’ultimo minuto, sarà quella decisiva, visto che è la prima in cui il quorum per l’elezione del Presidente non sarà fissato a due terzi degli aventi diritto — 671, come le prime tre — ma alla maggioranza assoluta dei votanti, ovvero quota 505. Si tratta di una quota che il Partito Democratico non può raggiungere contando soltanto sui propri voti (446), ma basta la convergenza su Mattarella dei voti dei gruppi di Sel, di Scelta Civica e delle Autonomie, che porterebbero i voti per Mattarella ad almeno 554.

8.00: Le aperture dei principali quotidiani di oggi:

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club