Il Golden Globe a Kevin Spacey, come miglior attore

Il Golden Globe a Kevin Spacey, come miglior attore

Alla sua ottava nomination per il ruolo di Frank Underwood in House of Cards, Kevin Spacey è finalmente riuscito a ottenere il Golden Globe come miglior attore protagonista. Il suo discorso di accettazione è un misto di Underwood — proveniente probabilmente soprattutto dal drink che tiene in mano al momento di salire sul palco — e sincera commozione: «È l’ottava volta che ottengo una nomination, non posso credere di aver vinto, cazzo!».

Di seguito potete ascoltare il discorso completo, degno coronamento degli sforzi di uno degli attori più amati nel panorama hollywoodiano attuale in uno dei suoi ruoli più riusciti.

Spacey ha vinto due Oscar: il primo come miglior attore non protagonista per aver interpretato “Verbal” Kint nella pellicola del 1995 I soliti sospetti e il secondo come miglior attore protagonista per American Beauty, nel 2000. Una delle caratteristiche per cui è apprezzato dal pubblico televisivo e cinematografico è però l’estrema versatilità, che sfiora l’istrionico specialmente quando si lancia nelle imitazioni. Qui sotto ne trovate qualche assaggio, nei panni di Bill Clinton, Jimmy Carter, Christopher Walken e Sir Michael Cane, ospite del Tonight Show di Jimmy Fallon. 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter