Concorrenza a rischioL’antitrust dell’Unione europea ha aperto un’indagine sulla fusione tra Fca e Psa

I due marchi sono leader nel settore dei piccoli veicoli commerciali in vari Stati membri: l’accordo potrebbe quindi avere effetti distorsivi nel mercato e danneggiare i consumatori

Miguel MEDINA / AFP

Bruxelles ha aperto un’approfondita indagine sulla fusione del valore di 50 miliardi di dollari tra Fiat Chrysler e il Gruppo Peugeot S.A. francese: il timore è che l’accordo possa costituire un ostacolo per la concorrenza nel marcato dei veicoli commerciali più piccoli, come van e furgoni.

Storicamente le due aziende sono leader in questo segmento di mercato in numerosi Stati membri, e nel tempo anche i prezzi tra i loro prodotti si sono allineati: la loro fusione porterebbe via quindi un elemento di competizione importante per il mercato.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta