Il caso di GameStopCosì i Robin Hood di Wall Street sfidano la finanza

Un rialzo del 1700% del titolo della catena di videogame in crisi ha messo sotto scacco i grandi broker. Dopo un rallentamento degli acquisti, gli investitori hanno annunciato che oggi torneranno a negoziare. E il titolo è tornato a rimbalzare dopo la chiusura della Borsa. E si parla già di una nuova generazione di trader cresciuti con la pandemia

(AP Photo/Richard Drew)

Nelle ultime tre settimane è avvenuto in Borsa qualcosa di tanto significativo quanto incredibile: il valore della catena statunitense di negozi di videogiochi, GameStop, è schizzato del 1700%.

Cosa è successo? GameStop sembrava destinata inesorabilmente al declino, sotto i colpi della concorrenza dei negozi online. I grandi fondi d’investimento avevano scommesso contro la sua sopravvivenza. Ma un gruppo di utenti del social network Reddit si è coalizzato, e ha invertito la curva.

Questi utenti si sono accordati nella piazza virtuale di un canale Reddit che si chiama “r/wallstreetbets”, con oltre 2 milioni di utenti, e hanno dato vita a un esperimento che di fatto mette a nudo la fragilità del funzionamento della finanza. Hanno scelto di puntare su aziende in crisi profonda, attaccate dalle vendita allo scoperto. E intervenendo massivamente sulle transazioni, comprando azioni call, cioè contratti che danno la facoltà ma non l’obbligo di sottoscrivere azioni a un dato prezzo di esercizio ed entro una certa data, hanno salvato un soggetto già condannato alla morte dai grandi broker della finanza. Si crea quello che in gergo si chiama short squeeze: i venditori allo scoperto vengono spremuti come come limoni. Per la prima volta nella storia, il 27 gennaio gli scambi di titoli negli Stati Uniti hanno superato il muro dei 20 miliardi di dollari. E GameStop è stato il titolo con più volumi.

Ovviamente la cosa non è passata inosservata ai regolatori. Tant‘è che la società di brokeraggio online Robinhood aveva deciso di limitare l’accesso al trading delle azioni di GameStop, al fine di rispettare i requisiti di capitale imposti dalla Sec americana. Ma giovedì hanno annunciato che oggi riprenderanno gli acquisti «limitati» dei titoli presi di mira, tra cui anche altre nobili decadute come Amc Entertainment, Nokia e Blackberry. È bastato questo annuncio per far rimbalzare nuovamente le azioni. Il titolo di GameStop è salito del 61% dopo la chiusura di Borsa, dopo aver chiuso con un ribasso del 44%.

«A partire da domani, prevediamo di consentire acquisti limitati di questi titoli. Continueremo a monitorare la situazione e potremmo apportare le modifiche necessarie», ha reso noto Robinhood in un comunicato.

A Wall Street si parla già di una nuova classe di trader cresciuti in mezzo alla pandemia, scrive Cnbc. Bisognerà vedere ora come si muoveranno le autorità regolatorie.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter