BiginoVi conquistiamo con il cuore

Settimana agricola su Gastronomika, ma prima di entrare nel vivo del riassunto degli articoli che abbiamo scritto negli ultimi sette giorni, una riflessione sul panettone. Ancora? Ancora

TRAMEZZINI

E se il lievitato avesse finalmente svoltato? Forse è la volta buona che smettendo di chiamarlo panettone scopriremo che quell’impasto morbido e ricco di burro e uova che ci ostiniamo da anni a mangiare solo a Natale può essere una solida base sulla quale costruire nuove esperienza di gusto: ci stanno provando alla Cremeria Capolinea, con “Lievitato dell’Amore” uno short break godurioso da regalare, un panettone profumato al mango, in formato da 500g, in edizione limitata firmata dal maestro gelatiere Simone De Feo di Reggio Emilia. E per farla bene fino in fondo, il morbido dolce è da degustare con una crema spalmabile alla mandorla, sale e vaniglia e da dragée con pistacchio e cioccolato. L’apoteosi della dolcezza.

Stesso pensiero dietro al lievitato a forma di cuore di Nicola Olivieri, brillante pasticcere veneto che ha studiato un piroettino che gli permette di creare Valentine’s cake, un vero e proprio cuore morbido e soffice, base impasto panettone, arricchito con fragoline di bosco semicandite e cioccolato fondente.

Fragoline ma questa volta selvatiche e accompagnate da amarene nella versione special di S.Valentino del panettone di Luca Lacalamita, tornato in Puglia a celebrare la pasticceria e la panificazione con grazia ed eleganza. Il panettone di Lula (così si chiama il format del pasticcere) guarda a Sud, dove nasce e vive con un processo artigianale, con 72 ore di lievitazione e 20 giorni di conservazione. E per il giorno degli innamorati ecco una versione a frutta rossa, mezzo chilo, perfetto per un paio di colazioni romantiche.

Con questi ingredienti, è un attimo convincere chiunque a diventare affezionato fan della festa degli innamorati (dei dolci).

MENU

E veniamo all’agricoltura e alle nuove realtà che abbiamo scoperto questa settimana. Ci siamo avvicinati alla permacultura in Chianti raccontando la storia di Lorenzo Costa, agricoltore controcorrente di prima generazione.

Ma anche gli chef si stanno scoprendo coltivatori e contadini, e se in principio ci fu qualche orticello, oggi coltivare frutta e verdura da sé è diventato di gran moda anche per gli stellati.

E dopo aver capito come si coltivano, frutta e verdura le troviamo al mercato: la vendita diretta dei prodotti alimentari resiste alla modernizzazione e si conferma tra i metodi d’acquisto preferiti dai consumatori.

Siamo poi andati da Fabrizio Cremonini e Damiano Zanotti, ultimi rappresentanti di una famiglia che da tre generazioni cura i campi con frumento Senatore Cappelli, durante il lockdown hanno realizzato un sogno che tenevano nel cassetto da tempo: passare dall’agricoltura alla produzione.

E se parliamo di grano, ecco MadreProject: la Scuola del Pane e dei Luoghi che punta a nutrire le sensibilità dei fornai del futuro e ora che si ritrova in lizza tra i venti progetti selezionati dal Comune di Milano per accedere al Crowdfunding Civico, ha bisogno di tutto il nostro aiuto.

PIATTO DEL GIORNO

Il delivery etico è possibile? Abbiamo fatto una riflessione sul passato e sul futuro delle consegne a domicilio, per capire la centralità di questo servizio nel presente e immaginare soluzioni per renderlo sostenibile nei prossimi anni.

ALLA CARTA

Nicola Jiang è un giovane tiktoker che ci spiega con ingegno e creatività come si mangia e come si vive in Cina.

Dal profumo al gin tonic alle lenzuola con gli spaghetti, dai gioielli a forma di cannolo alla candela che sa di birra. Una selezione un po’ nerd di curiosi prodotti legati alla cucina che stimoleranno tutti i nostri sensi.

Mentre l’Italia riprende una vaga sfumatura gialla, i panini continuano la loro personale conquista della penisola, facendo ricorso a tributi e irresistibili contaminazioni aromatiche.

PICCOLA PASTICCERIA

Vi spieghiamo tutto quello che c’è da sapere sulla querelle al cioccolato tra Ernst Knam e Iginio Massari sul temperaggio. Chi vince? La scienza.

Mentre temperiamo, domenica vi aspettiamo su Clubhouse, il social audio che spopola tra i nerd del dialogo digitale: prescinde dalle immagini e ci siamo anche noi di Gastronomika con le nostre Storie di Cucina.

Se amate l’olio, questo è il week end perfetto per conoscerlo meglio con Olio Officina Festival, alla sua decima edizione in diretta streaming da Milano: domenica 7 è dedicata agli assaggi degli extra vergini, alla scoperta dei prodotti migliori.

Se invece avete intenzione di uscire, scoprite quale piatto e quale chef sono i più adatti al vostro segno zodiacale. Stiamo scherzando? Certo. Ma ha tutto un suo senso.

Preferite un fine settimana domestico? C’è il terzo round di film e serie sul cibo di Netflix che forse non conoscete (ma dovreste). Il menu è ancora molto ampio. Però, le belle trasmissioni di una volta non le fanno più.

Noi vi salutiamo, sul filo del ricordo. Occhio al cuore.

Buona cucina!

Questa è la newsletter di Gastronomika: per averla ogni venerdì, ci si iscrive qui. E abbiamo anche fatto la rima.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter