Agenda 2024Il Partito democratico europeo a Roma con Renzi e Calenda per rilanciare il riformismo

All’Auditorium della Conciliazione di Roma centinaia di delegati del Pde hanno discusso di come affrontare le sfide urgenti per l'Unione europea e i suoi Stati membri. Le dichiarazioni dei leader di Italia Viva, di Azione, di Sandro Gozi e del presidente Bayrou

«La missione del Pde è rilanciare la democrazia, dobbiamo dare vita agli Stati Uniti d’Europa». Il leader di Italia Viva Matteo Renzi fissa l’asticella degli obiettivi molto in alto nel contesto dell’evento più importante dell’anno per i riformisti europei. Si è tenuto infatti oggi a Roma il Congresso del Partito democratico europeo, che ha visto il suo svolgimento nella splendida cornice dell’Auditorium della Conciliazione.

Al dibattito hanno partecipato centinaia di delegati e ospiti dei partiti iscritti al Pde, provenienti da tutta Europa per affrontare le sfide urgenti per l’Unione europea e i suoi cittadini. Una serie di incontri sulle grandi questioni a cui l’Europa dovrà trovare una soluzione: la crisi energetica, il conflitto in Ucraina, il crescente divario digitale tra i cittadini europei, così come i diritti umani e i valori democratici nel mondo. Il tutto guidato da un unico, grande tema: «Rinnovare l’Europa: un percorso democratico».

Il Partito democratico europeo, il cui presidente è François Bayrou, mentre Sandro Gozi è il segretario generale., costituisce uno dei pilastri del gruppo politico Renew Europe. Nata a seguito delle europee del 2019, la formazione comprende altre due grandi componenti: Alde, il partito dell’alleanza dei liberali e dei democratici per l’Europa, e Renaissance, la lista di cui fa parte il partito del presidente francese Emmanuel Macron.

L’Italia ha visto nascere poco prima delle elezioni politiche del 25 settembre Renew Europe Italia, coalizione liberale generata dalla confederazione di Azione e Italia Viva, i partiti riformisti fondati da Carlo Calenda e Matteo Renzi.

«Grazie a Renzi e Calenda per essersi impegnati a creare Renew Italia. L’alleanza tra Azione e Italia Viva è stata la vera rivelazione delle ultime elezioni» ha affermato Gozi, eletto proprio con la lista Renaissance. «Siamo noi la vera alternativa democratica, repubblicana, europeista all’estrema destra e a una sinistra sempre più populista. Sono convinto che alle elezioni europee del 2024 raddoppieremo i consensi conquistati quest’anno».

Gli ha fatto eco il leader di Azione, Carlo Calenda: «Azione e Italia Viva daranno vita a un gruppo unico al Parlamento europeo e Azione aderirà al Partito democratico europeo. Con Italia Viva vogliamo arrivare alle europee del 2024 tra i primi partiti Italiani: tutto converge verso questo risultato. Abbiamo la volontà di fermare il bipopulismo. Nel Pd non ci sono più elementi che ne facevano un partito riformista, oggi i riformisti siamo noi».

«Alle Europee del 2024 vogliamo eleggere un bel gruppo di parlamentari perché ci sia alla presidenza della Commissione, dopo anni di presidenza del PPE, un cambio della guardia, e nelle istituzioni una forte presenza di Renew Europe» ha dichiarato Matteo Renzi, fondatore di Italia Viva. «Dobbiamo lavorare per essere, da qui a maggio 2024, il primo partito italiano. La missione del Pde è rilanciare la democrazia, dobbiamo dare vita agli Stati Uniti d’Europa».

Secondo la presidente di Renew Europe, la francese Stéphane Séjourné, «l’Italia è nel cuore dell’Europa, la sua presenza e il suo ruolo nel Gruppo Renew Europe è fondamentale». Anche Séjourné guarda al futuro: «Il nostro obiettivo sono le elezioni 2024, dobbiamo respingere le forze estreme e costruire un’Europa politica».