Evoluzione di un’iconaIl primo Suv elettrico a batteria di Jeep pensato per il mercato globale

La proverbiale capacità off road del brand garantita dalla trazione integrale 4xe si unisce alle prestazioni straordinarie di un motore tutto nuovo, in un modello elegante all’insegna dell’efficienza aerodinamica e della tecnologia all’avanguardia

Stellantis

Uno sguardo alla storia, uno al futuro. L’evoluzione di una delle icone delle quattro ruote americane in un modello pensato, studiato e realizzato per il mercato europeo. L’eredità del più puro Dna Jeep si intreccia con l’innovazione del primo Suv elettrico a batteria (Bev) del marchio nel nuovo Wagoneer S. «Ci siamo chiesti se potessimo entrare con forza nel mercato dell’elettrico con un’auto che fosse rispettosa della Jeep, grande accelerazione, meglio di ogni altro competitor, che è Tesla Model Y», ha detto Antonio Filosa, Ceo del marchio Jeep, durante l’evento di lancio della nuova auto, in Germania, raccontando una storia di competizione, visione, ma anche di rispetto per la legacy del marchio, sorpassando i modelli precedenti e la storia di una delle più importanti case automobilistiche del mondo.

La nuova Jeep Wagoneer S 2024, cento per cento elettrica, sarà lanciata inizialmente solo in Stati Uniti e Canada nella seconda metà del 2024, per poi approdare nei mercati di tutto il mondo. Un Suv che unisce la proverbiale capacità off road del brand – dovuta alla trazione integrale 4xe – con le prestazioni di un’auto da seicento cavalli di potenza, oltre ottocento Nm di coppia immediatamente disponibile e un’accelerazione fulminea da 0 a cento all’ora in 3,4 secondi, il tutto combinato con un’autonomia di oltre seicento chilometri.

Nel video di lancio di Wagoneer S c’è la velocità e la potenza sono i protagonisti in primo piano. Il nuovo modello Jeep è in gara con una Tesla Model Y. Poi la prospettiva cambia. «La vera competizione è con noi stessi», dice la voce fuori campo. «La vera definizione di vittoria è essere meglio di ogni cosa che sei stato prima».

«Wagoneer S è un’evoluzione», dice a Linkiesta Fabio Carli, Jeep Brand Manager Enlarged Europe di Stellantis. «Così come nel 1963 Wagoneer ha ampliato e innovato il mercato, perché non esistevano i Suv premium, con contenuti che non c’erano come ad esempio i sedili in pelle, oggi, sessant’anni dopo c’è un’innovazione dello stesso livello, con un veicolo nuovo e totalmente elettrico».

La base su cui poggia la Jeep Wagoneer S 2024 per assicurare il non plus ultra delle caratteristiche nel suo segmento è la piattaforma STLA Large del gruppo Stellantis, altamente flessibile e concepita come un’architettura prevalentemente Bev. I progettisti e gli ingegneri del marchio Jeep hanno modificato la piattaforma STLA Large regolando lunghezza, larghezza, sospensioni e configurazioni del gruppo propulsore per adattarla specificamente alla Jeep Wagoneer S, arrivando a offrire una coppia istantanea e un’accelerazione mozzafiato.

La trazione integrale cento per cento elettrica di serie garantisce una dinamica di guida all’insegna della massima sicurezza sia su strada, sia nelle condizioni di terreno o meteorologiche più proibitive. I moduli di trazione elettrica (Edm) progettati da Stellantis alimentano in modo indipendente le ruote anteriori e posteriori per una risposta di coppia istantanea, mentre il sistema Selec-Terrain, esclusivo del marchio Jeep, prevede cinque modalità di guida distinte: Auto, Sport, Eco, Snow e Sand.

Nello sviluppo del nuovo modello, il ricorso a nuove tecnologie e sistemi ha svolto un ruolo fondamentale. Il team di progettisti e ingegneri Jeep è stato in grado di migliorare del trentacinque per cento la rigidità torsionale della scocca rispetto ai precedenti Suv di segmento medio del brand. Inoltre, ha ottimizzato l’esperienza di guida, ridotto i livelli complessivi di rumorosità e vibrazioni, ottenuto un abitacolo silenzioso e garantito una guida fluida, per livelli superiori di guidabilità, manovrabilità e risposta efficace agli input del conducente.

C’è anche una particolare attenzione all’ambiente e alla sostenibilità. Nella nuova Jeep Wagoneer S si è fatto ricorso a risorse e materiali riciclati. Le superfici di sedili, consolle, portiere e cruscotto presentano materiali sintetici non in pelle e integrati ad hoc. E altri dettagli comprendono un rivestimento cielo in microfibra scamosciata di livello premium e raffinati tappetini in materiali riciclati pre e post consumo.

Inoltre, per rendere facile e veloce la ricarica di questo primo Bev del marchio Jeep pensato per il mercato globale, la Jeep Wagoneer S è dotata di un efficiente pacco batteria da quattrocento volt e cento kWh, che consente di passare dal venti all’ottanta per cento di carica in appena ventitré minuti (con il caricatore rapido in corrente continua DC).

Stellantis

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter