La salute del serpenteStelle cadenti come se piovesse!

Stelle cadenti, come se piovesse! Come se grandinasse una pioggia di sabbia fosforescente. Come se le stelle piangessero lacrime di perle. Come se il cosmo sudasse gocce di pietra di luna. Come se ...

Stelle cadenti, come se piovesse!

Come se grandinasse una pioggia di sabbia fosforescente.

Come se le stelle piangessero lacrime di perle.

Come se il cosmo sudasse gocce di pietra di luna.

Come se …

Come se da ragazzi, distesi sul prato o sulla sabbia, col naso all’insù, gli occhi si perdessero nella notte più lunga dell’estate.

Come se gli innamorati esprimessero un languido desiderio.

Come se si avverasse.

Come se le stelle cadenti fossero stelle filanti che agganciano in un filo concentrico i pensieri di chi paziente speranzoso le aspetta e le osserva.

Come se …

Foto di Claudio Lix

Come se un giorno ci dicessero che le stelle cadenti sono soltanto meteoriti, pezzi di roccia dell’universo che si infuocano a contatto con l’atmosfera.

Come se l’atmosfera magica e sognante si rompesse dinnanzi alla verità nuda e cruda.

Come se l’inquinamento luminoso nascondesse la scia luminosa.

Come se San Lorenzo non piangesse più le sue lacrime dall’emisfero stellato di agosto.

Come se …

Come se continuassimo a chiamare questa notte con affetto X agosto nella poesia di scolastica memoria (Pascoli).

P.S. Ogni tanto un po’ di romantica retorica fa capolino in un blog di salute. La suggestione del dieci agosto ha toccato anche un’arida blogger!

Se vi è piaciuto il post potete seguirci su Facebook e su Twitter.