FuoriserieCome ci vedono gli americani: la battuta clou della settimana

Seconda puntata con la rubrica "la battuta clou della settimana" perché a noi fanatici seriali anche una battuta può trasformarci la serata. La scorsa settimana avevo scelto un caposaldo della tele...

Seconda puntata con la rubrica “la battuta clou della settimana” perché a noi fanatici seriali anche una battuta può trasformarci la serata. La scorsa settimana avevo scelto un caposaldo della televisione seriale, una bellissima produzione inglese, Downton Abbey e in particolare avevo optato per una frase di una Signora attrice, Maggie Smith, veterana sul piccolo e il grande schermo.

Stavolta, invece, abbandoniamo i period drama e ci spostiamo su un altro fronte, quello delle comedy americane. La citazione arriva da The Neighbors, nuova serie bizzarra e assolutamente trash. E proprio nella puntata pilota si sottolinea la visione (al limite del ridicolo) che l’americano medio ha degli europei. Gli abitanti degli States sono sempre stati della convinzione di essere “superiori” o hanno sempre avuto una visione del Vecchio Continente quantomeno distorta. C’è un motivo: gli americani viaggiano poco al di fuori dei loro (enormi) confini. Mi è capitato più di una volta (soprattutto anni fa) di incontrare in giro per l’Italia e per l’Europa americani che rimanevano letteralmente basiti dal fatto che anche noi avessimo freezer, televisori e quant’altro, quasi fossero convinti di essere gli unici possessori della tecnologia mondiale.

Ebbene, nella premiere di The Neighbors questo aspetto viene affrontato di petto. Di fronte ai comportamenti bizzarri dei vicini di casa (che noi sappiamo essere alieni), Lenny Venito (nei panni del padre della famiglia “normale”) se ne esce con una battuta esilarante, a dimostrazione di quanto poco sappiano gli americani della realtà europea. Siamo a cena: gli alieni non mangiano, si limitano a leggere riviste e giornali. Leggete cosa dice.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta