Laboratorio SiciliaCosì l’isola di Bersani si prepara al secondo turno

«Il dato non è ancora ufficiale, lo sapremo domattina, ma in Sicilia le registrazioni tra ieri e oggi saranno state meno di 2000», fa sapere a Linkiesta una fonte democratica. Se in tutta la Lombar...

«Il dato non è ancora ufficiale, lo sapremo domattina, ma in Sicilia le registrazioni tra ieri e oggi saranno state meno di 2000», fa sapere a Linkiesta una fonte democratica. Se in tutta la Lombardia, dicono, saranno 30 mila le richieste per poter votare al ballottaggio fra Bersani e Renzi, la Sicilia si conferma anche questa volta una regione “rossa”, favorevole al segretario nazionale Pierluigi Bersani.

Ricordiamo che meno di una settimana fa nell’isola Bersani ha superato quasi ovunque il 50%, e in alcune province, come quella di Caltanissetta, ha sfiorato il 60%. «D’altronde è la provincia del neo governatore della regione Sicilia, che ha un accordo fortissimo con Pierluigi Bersani».

Addirittura in un paesino in provincia di Caltanissetta, Montedoro, le percentuali per il segretario nazionale sono state “bulgare”. Nel paesino del nisseno Bersani ha sfiorato il 90%. «Ma era nelle cose», spiegano a Linkiesta. «E al ballottaggio si potrebbe sfiorare l’unanimità».

Dunque in Sicilia non ci sarà partita con o senza “deroga”. Ma «noi vigileremo fino all’ultimo», assicurano dal quartier generale dei renziani siciliani.

@GiuseppeFalci

giuseppealberto.@gmail.com