Fortezza BastianiCambio al vertice dello Stato Maggiore Difesa: dopo il generale Abrate, l’ammiraglio Binelli Mantelli

Oggi è avvenuto il passaggio di consegne tra il generale Biagio Abrate e l’ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, nuovo Capo di Stato Maggiore della Difesa. La cerimonia si è svolta alla presenza del ...

Oggi è avvenuto il passaggio di consegne tra il generale Biagio Abrate e l’ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, nuovo Capo di Stato Maggiore della Difesa. La cerimonia si è svolta alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, del Ministro della Difesa, ammiraglio Giampaolo Di Paola e di numerose autorità civili, militari e religiose.

Il generale Abrate, nel lasciare l’incarico di Vertice delle Forze Armate e il servizio attivo – dopo 44 anni di vita militare – ha ringraziato tutti coloro che hanno avuto una parte importante nella sua crescita umana e professionale, lasciando ai più giovani un forte messaggio di fiducia e di ottimismo nel futuro. Ha successivamente esortato ad abbandonare facili derive verso il pessimismo e ad impegnarsi, con entusiasmo, nella realizzazione di uno strumento militare più ridotto nelle dimensioni ma più moderno, efficace, proiettabile e in grado di interoperare, alla pari, con le Forze Armate dei paesi tecnologicamente più avanzati.

Nel suo intervento, l’ammiraglio Binelli Mantelli ha sottolineato l’importanza del «sostegno all’operatività, la massima multidisciplinarità, la valorizzazione armonica delle specificità delle Forze Armate. Queste le priorità nella realizzazione degli obiettivi indicati dal Ministro della Difesa, in ottica atlantica e in chiave europea. Svolgerò questo prestigioso incarico – ha concluso l’ammiraglio Binelli Mantelli – sempre sorretto dall’innato spirito di avventura del marinaio: lo sguardo rivolto al di là dell’orizzonte, in avanti e in anticipo, con fiducia».

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta