La salute del serpenteTeen for TWO teen for FOOD: il cibo degli esami

Giugno è arrivato; il bel mese della metà dell'anno che arriva con la luce dirompente a picco, con la gradevolezza di un gelato rinfrescante e il tuffo in uno specchio d'acqua, dolce o salata, che ...

Giugno è arrivato; il bel mese della metà dell’anno che arriva con la luce dirompente a picco, con la gradevolezza di un gelato rinfrescante e il tuffo in uno specchio d’acqua, dolce o salata, che lambisce il corpo svestito dell’inverno; il mese che fa uscire le lucciole all’imbrunire e le cicale col sole, con un alito di vento caldo che sfoglia la pelle intrisa di umidità; il mese che comincia a dipingere il corpo di una intensa tonalità nocciola capace di spazzare via il grigio dei mesi passati. È il mese dalle lunghe giornate, quando le ore diurne superano quelle notturne e non solo per il calendario astronomico.

E’ giugno, infatti, il mese delle scadenze: termina il calendario scolastico con la temuta pagella, ci sono nuove tasse da pagare e per i nostri ‘teens’ ci sono gli esami: terza media (già iniziata) e maturità.

Ahi ahi ahi! Peccato che questo mese così gradevole sia perturbato dalla fatica e dalla strizza dei famigerati esami che ti catapultano direttamente nell’al di là!

Nell’al di là delle medie e delle superiori, oltre i teen!

In realtà, voi ‘teens’ di oggi affrontate quello stesso identico stato d’animo che caratterizza gli studenti di ogni età, ma condividendolo più spesso in compagnia con un panino al volo o un take away che non interrompe la full immersion degli ultimi giorni pre-esame.

Ma affinchè il vostro stomaco affamato non risenta della tensione dovuta alle impellenti necessità ecco solo qualche consiglio soft che riguarda lo stile alimentare … ma non prendetelo come il solito predicozzo di chi pensa di saperne più di voi!

Sì, perché l’alimentazione in questa fase può dare una mano a concentrarsi meglio e a rendere per quello che si è studiato (ammesso di aver studiato, naturalmente!).

Cominciamo dalla colazione.

Ehi, ma non temete! Arriveremo presto a sera con la cena con pochi suggerimenti, lasciandovi poi liberi di dare sfogo alla stanchezza del giorno.

La colazione dicevamo! Il carburante della giornata, che ha la stessa funzione della miscela per il vostro motorino: senza di essa il ciclomotore non va e senza carburante voi non carburate.

Via libera a latte o yogurt, frutta anche centrifugata, fette biscottate con marmellata, cereali, meglio se integrali.

Sì, i cereali integrali come pasta, pane, riso, più ricchi di fibre, hanno infatti un indice glicemico più basso che non fa alzare gli zuccheri nel sangue.

Le proteine del pesce, della carne magra, delle uova le frazionerete, invece, tra pranzo e cena, alternandoli ai legumi. Se le nonne ci dicevano che il pesce faceva bene per il fosforo che ‘rendeva più intelligenti‘, oggi sappiamo questa essere una bufala, ma non lo è il vantaggio apportato sulla memoria da altre importanti sostanze e la cui sigla ci è ormai familiare, gli omega 3, contenuti soprattutto nel cosiddetto pesce azzurro (acciughe, aringhe, sardine, sgombri), ma anche nel salmone, tonno, merluzzo.

E come ogni arredo ha il suo complemento, così ogni piatto culinario ha il suo supporto indispensabile, colorato e variopinto, quanto basta; no anzi, a volontà! Frutta e verdura.

Il tocco da maestro per gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio arriva da 3 noci e 4 mandorle, sfatando così il mito che la frutta secca si mangia solo a Natale.

Però non vi sembra che mi sia dimenticata di qualcosa? Certo mica mangerete tutto all’asciutto!

Acqua, dovete bere tanta acqua per ottimizzare le funzioni della materia grigia, la quale, è dimostrato, si riduce se non è sufficientemente annaffiata.

Non solo! Possono sopraggiungere mal di testa e stanchezza, intoppi che certo in questi giorni non vi potete permettere.

La perdita di 1 litro di liquidi, quantità che si raggiunge con 90 minuti di sudorazione costante, può mettere KO il cervello.

Ecco dunque che il bicchiere d’acqua o la bottiglietta siano sempre presenti sulla scrivania, stendardi della vostra salute.

Forza! Tra poco gli esami saranno finiti, il languorino di fifa smetterà di aggrovigliare lo stomaco, i libri, ad essere fortunati, verranno barattati alla libreria dell’usato e il tormentone dell’estate sarà … sceglietelo voi!

Se vi è piaciuto il post potete seguirci su Facebook e su Twitter.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club