Tempesta di cervelliEllo, arriva il social anti-Facebook: realtà o Social Media Marketing?

Tutti ne parlano, anche perché l’arrivo di un nuovo social network che, attualmente in versione beta, sta già facendo numeri impressionanti desta sempre curiosità, soprattutto tra gli addetti ai la...

Tutti ne parlano, anche perché l’arrivo di un nuovo social network che, attualmente in versione beta, sta già facendo numeri impressionanti desta sempre curiosità, soprattutto tra gli addetti ai lavori. Il logo è quello che vedete in foto.

Andiamo con ordine. Si chiama Ello ed è una nuova piattaforma sociale che fa dell’assenza di pubblicità il suo punto di forza. Un aspetto che è bastato per farlo ribattezzare dai più come l’anti-Facebook. Non solo perchè sul sito del social, nella pagina di presentazione, è stato pubblicato anche un “manifesto“, una sorta di documento programmatico nel quale gli ideatori di Ello promettono ai propri utenti di non trattarli come merce.

Il fondatore è il creatore di giochi Paul Budnitz e nel “manifesto” di Ello si può leggere:  ”Il tuo social network è di proprietà degli inserzionisti. Ogni post che condividi, ogni amicizia che stringi, ogni link su cui clicchi viene monitorato, registrato e convertito in dati. Gli inserzionisti acquistano i tuoi dati in modo da poterti mostrare più annunci pubblicitari. Tu sei il prodotto che viene comprato e venduto. Noi crediamo che si sia un modo migliore. Tu non sei un prodotto”. Infine l’apertura di Budnitz alla comunità Lgbt che nell’ultimo periodo avrebbe ricevuto delle censure da parte di Facebook: ”Abbiamo sentito parlare del dramma di Facebook negli ultimi giorni. Ello dà il benvenuto alla comunità Lgbt, e siamo entusiasti di vedere che tante persone si stanno spostando sul nostro social network”.

Quella dell’utilizzo dei dati e della profilazione a scopo commerciale da parte di Facebook è una discussione antica che in realtà non sembra interessare molto l’utente medio. Resta da capire se la mossa degli ideatori di Ello non sia una semplice startegia di social media marketing. Mettersi in contrapposizione con Facebbok ha già fruttato al social un primo risultato: Ello sta ricevendo 4.000 richieste di invito all’ora.

Al momento al social non ci si può iscrivere perché vi si accede esclusivamente su invito. Per entrare in questa rete occorre conoscere qualcuno che è già dentro, oppure chiedere un invito sul sito del social.

Ovviamente, nemmeno a dirvelo, ho già inviato la mia richiesta e vi renderò conto passo dopo passo di ogni singolo sviluppo: ho ricevuto una mail nella quale mi si spiegava che al più presto sarò iscritto ad Ello perché i gestori, essendo ancora una versione beta, stanno iscrivendo piccoli gruppi di utenti. Attendiamo sviluppi.

Twitter: @gioeleurso1

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta