Le ArgonauticheI rischi della percezione

Un libro che spiega perché sbagliamo su quasi tutto.

 

Mangiamo troppi zuccheri o troppi dolci? Qual è la percentuale di immigrati nel nostro Paese? Quante tasse paghiamo rispetto agli altri? E come sta crescendo il contagio da #covid in Italia e nel resto d’Europa? E nel mondo?

Prendetevi un attimo per rispondere.

Ecco: la cosa più divertente è che, a prescindere dal vostro livello culturale, dall’età, dal sesso, dal ceto sociale, dalla città nella quale vivete, molto probabilmente le risposte che avete dato sono tutte sbagliate. Tutti, indistintamente, sviluppiamo una visione distorta di quasi ogni aspetto della realtà.

Per questo, per la rubrica #illibrodellasettimana, ho deciso di recensire un bel libro di Bobby Duffy dal titolo “I rischi della percezione” edito da Einaudi.

Una lettura importante nell’era della «post-verità», dei social media, dell’analfabetismo funzionale. Importante anche perché dopo averlo letto ti viene un dubbio: che anche l’ignoranza non sia poi così negativa.

Ma sicuramente sbaglio.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta