Le banche europee sperano nel piano salva euro

Le banche europee sperano nel piano salva euro

Il Wall Street Journal apre sui problemi di liquidità delle banche europee, coinvolte in una difficile ricerca di liquidità. È per questo che i vertici della Banca centrale europea stanno ragionando su come fornire nuove linee di credito all’interno dell’eurozona. http://goo.gl/YxPpy

Il WSJ online pubblica un’esclusiva, quella della quotazione in Borsa di Facebook, che sarà compiuta fra aprile e giugno 2012 e punta a raccogliere oltre 100 miliardi di dollari. Bluff o affare? http://goo.gl/XsLJG

Sul WSJ troviamo anche gli ultimi dati sulla precaria percezione che gli investitori hanno verso l’Italia. La banca giapponese Nomura ha ridotto la propria esposizione nei confronti del debito pubblico italiano. http://goo.gl/MmxuY

Il Financial Times riporta parte dei piani tedeschi per salvare l’eurozona. Il tempo stringe, la pressione aumenta, i problemi anche. E Berlino deve decidere cosa fare per evitare il collasso. http://goo.gl/usCJs

Sul FT troviamo l’analisi della situazione in Egitto. La transazione non è facile e c’è il rischio concreto di una dura spirale negativa, capace anche di influenzare tutta l’area. http://goo.gl/S8PJZ

Sul FT le ultime proiezioni dell’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) sulla crescita mondiale. Per l’Europa le cose non si mettono bene. Per il 2012 italiano il quadro è quello della recessione. http://goo.gl/WfZyV

Il New York Times spiega che fine hanno fatto 200 milioni di dollari che erano scomparsi dai conti di MF Global, il broker fallito poche settimane fa. Sono in Gran Bretagna. http://goo.gl/ga7uT

Interessante analisi del New York Post sui consumi americani. Dal Black Friday, consueto appuntamento di inizio delle spese per il Natale, si è arrivati al Cyber Monday, dato che le vendite online sono aumentate del 20% rispetto al 2010. http://goo.gl/uS3Uk

Bloomberg riporta invece la notizia del possibile taglio dei rating di 87 banche europee. L’agenzia newyorkese ha messo sotto verifica il giudizio per un downgrade. http://goo.gl/zhw2l

La Tribune anticipa tutti e dice che in dieci giorni Standard & Poor’s metterà sotto osservazione il rating francese. Il rischio, dopo tre mesi, è quello che spaventa di più Nicolas Sarkozy, il downgrade del rating AAA. http://goo.gl/kWYnK

Su Le Monde c’è un interessante discussione sulle varie conferenze sul clima. «Servono o no?», si chiede il quotidiano parigino. http://goo.gl/ihHlL

Dall’Independent ecco i prossimi passi del cancelliere dello Scacchiere George Osborne, che dovrà tagliare la spesa pubblica per mettere in sicurezza i conti britannici. http://goo.gl/HOfZm

Il Guardian racconta le ultime previsioni per la crescita economica britannica per il prossimo anno. L’Ocse vede la recessione già nel prossimo inverno. E Downing Street corre ai ripari. http://goo.gl/Kmv6h

Dallo spagnolo El Mundo ecco le ultime indiscrezioni su un eventuale richiesta di sostegno finanziario al Fondo monetario internazionale. http://goo.gl/PF8iv

Il tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung si chiede se stia andando in scena l’ultimo spettacolo dell’euro. Forse no, ma di sicuro la moneta unica non sta affatto bene. http://goo.gl/VnVmO