Cosa succederà nel 2012? Le previsioni della stampa estera

Cosa succederà nel 2012? Le previsioni della stampa estera

Il Wall Street Journal ricostruisce cosa è successo nel corso del 2011 a livello economico e politico in Europa. Fra Germania e Francia, la crisi italiana ha messo in evidenza tutta la difficoltà che ha l’Ue. http://goo.gl/7ITYw

Il WSJ spiega perché i leader europei hanno bisogno di una lezione di storia per affrontare il 2012. I corsi e ricorsi della storia, anche in ambito di questa crisi dell’eurodebito, non devono essere dimenticati. http://goo.gl/MNEbA

Il Financial Times, nella sua Lex Column, parla dell’euro break-up, cioè il collasso dell’euro. Cosa succederà nel corso del 2012? Difficile che si possa disgregare, ma il pericolo è dietro l’angolo. http://goo.gl/J6LOD

Ecco, sul FT, le previsioni per il 2012 dei columnist di A-List, la speciale rubrica nata quest’anno per creare un consensus globale di economisti, docenti e analisti. http://goo.gl/69zXI

Su Time ecco l’analisi di come sarà il 2012 dell’Europa, fra l’Italia di Monti, la Grecia di Papademos e la Francia di Sarkozy. http://goo.gl/Jtv2J

Interessante analisi sul New York Times sulla nuova realtà di Wall Street. Sebbene sia di tre giorni fa, è uno dei must read per il 2012. http://goo.gl/VkNdt

La BBC mette in piedi uno speciale per il 2012, con le sue previsioni. Alcune sono molto verosimili, altre meno. http://goo.gl/69zXI

Sul Telegraph c’è una ventata di leggerezza con i posti più emozionanti da visitare nel corso del 2012. Chi ci sarà per l’Italia? http://goo.gl/L485t

Il francese Le Monde parla dei dieci anni dell’euro e lo fa prendendo in esame cosa è successo soprattutto ai risparmi delle famiglie europee. Il quadro non è positivo. http://goo.gl/EFKJX

Su Les Echos ecco l’analisi del patron di Rothschild, Michel Cicurel, su cosa succederà nel 2012. Non sarà facile uscire da questa crisi. E soprattutto non lo si farà nel 2012. http://goo.gl/RHDz1

Il ministro delle Finanze tedesco, Schäuble, parla dell’euro e della sua possibile disgregazione. Difficile che arrivi, spiega all’Handelsblatthttp://goo.gl/n4hA2

Su El Paìs ecco le previsioni per la Spagna nel corso del 2012, in cui il nuovo governo di Mariano Rajoy deve evitare che si possa deteriorare la situazione economica. http://goo.gl/HJlUc