Amato e Cassese, rivali al Colle ma vicini d’ombrellone

Spifferi dal Palazzo

In queste ore di grande attesa per il nuovo capo dello Stato ci sono due nomi che girano nel Transatlantico della Camera. Quello di Giuliano Amato e Sabino Cassese. Di entrambi le notizie sono molteplici. Il primo, 75 anni, ex presidente del Consiglio e giurista italiano, è tra i nomi più gettonati in questa trattativa tra Pd e Pdl, come uomo di garanzia, e che quindi metterebbe d’accordo le parti. Il secondo, 78 anni, anch’egli giurista italiano e attuale giudice della Corte Costituzionale. Quello che però non si sa è che i due sono amici e soprattutto vicini di ombrellone. Già perché sia Amato sia Cassese trascorrono le loro vacanze estive ad Ansedonia, sul litorale toscano. Sulla spiaggia La tagliata, quella conosciuta come meno modaiola ma di certo più intellettuale, ogni anno i due si incontrano presso lo stabilimento Da Fabrizio. Vicini di ombrellone, e quindi amici di nuotate e scambi di chiacchierate.

Accompagnati rigorosamente ciascuno dalla propria signora, i due competitor per il Colle non amano stare sotto il sole. Anzi sono proprio allergici. E quindi niente abbronzatura, ma piuttosto grandi dormite sotto l’ombrellone, ricoperti di solari ad altissima protezione per evitare eventuali scomode bruciature.
Se il primo, Amato, ama trascorrere il tempo tuffandosi, oltre che in acqua, nei suoi adorati libri e giornali, il secondo è un nuotatore incallito. Ai frequentatori della spiaggia di Ansedonia, sono note infatti le sue lunghe nuotate insieme alla moglie.
Di tanto in tanto scatta anche un pranzetto insieme, il tutto rigorosamente all’ombra. Grande felicità per entrambi quando in spiaggia arrivano i nipotini: 5 per Amato e 3 per Cassese. Giochi e divertimento per entrambi i nonni.
In Transatlantico sono pronti a giurare che la destinazione balneare non cambierà neanche in caso di elezione di uno dei due, difficile da credere. Vedremo cosa accadrà nelle prossime ore.  

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta