5 grandi registi al Sundance, quando non erano grandi

5 grandi registi al Sundance, quando non erano grandi

Il Sundance Film Festival, che quest’anno si svolgerà tra il 22 gennaio e il 1° febbraio 2015, è uno dei più importanti festival indipendenti del mondo. È stato fondato nel 1978 ed è diventato, a partire dagli anni Ottanta, e anche grazie al convolgimento di Robert Redford, la più importante rassegna statunitense dedicata al cinema indipendente americano.

Nel corso degli anni sono passati dal Sundance tantissimi grandi registi — a partire dai quegli sconosciuti dei fratelli Coen, che vinsero l’edizione del 1985 con il loro film di esordio, Blood Simple — che proprio al Sundance hanno mosso i primi passi verso il successo, sia con i loro lungometraggi, che con i loro corti.

Questi che seguono, per esempio, sono cinque cortometraggi che sono passati dal Sundance in tempi non sospetti, ovvero quando i loro registi, alcuni oggi ritenuti tra i migliori cineasti del mondo, ancora non erano grandi. Eccoli qui, dal più recente al più “antico”…

1. Trey Parker e Matt Stone, The Spirit of Christmas: “Jesus vs. Santa”al Sundance nel 1997. Poi fecero South Park

 https://www.youtube.com/embed/gOYVlRHuymc/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

2. Wes Anderson, Bottle Rocket, al Sundance nel 1994. Poi fece I TennenbaumLe avventure acquatiche di Steve Zissou, Grand Budapest Hotel.

3. Paul Thomas Anderson, Cigarettes & Coffee, al Sundance nel 1993. Poi fece The Master, Boogie Nights, Magnolia.

 https://www.youtube.com/embed/lfk1b65lb-M/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

4. Louis CK, Ice Cream, al Sundance nel 1992. Poi fece Louie.