«La nostra coraggiosa mancanza di rispetto»

«La nostra coraggiosa mancanza di rispetto»

A poche ore di distanza dal tragico atto di terrorismo che, a Parigi, ha causato la morte di 12 persone nella sede del settimanale satirico francese Charlie Hebdo, lo scrittore indiano Salman Rushdie, che da più 25 anni è sotto minaccia di morte da parte dell’Islam radicale, ha rilasciato una dichiarazione di solidarietà con Charlie Hebdo. 

La traduciamo qui, l’originale in inglese è stata pubblicata sul sito englishpen.org.

La religione, una forma medievale di non ragione, quando si combina con le armi moderne diventa una minaccia reale per le nostre libertà. Questo totalitarismo religioso ha causato una mutazione mortale nel cuore dell’Islam e oggi, a Parigi, abbiamo visto le sue tragiche conseguenze. Io sto con Charlie Hebdo, come dovremmo fare tutti noi, per difendere l’arte della satira, che è stata sempre una forza a favore della libertà e contro la tirannia, la disonestà e la stupidità. Il “rispetto per la religione” è diventata una frase in codice per significare “paura della religione”. Le religioni, come tutte le altre ideologie, meritano critiche, satira e, sì, la nostra coraggiosa mancanza di rispetto.

(Traduzione di Andrea Coccia)

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta