La vignetta di Guy Delisle su “Charlie Hebdo”

La vignetta di Guy Delisle su “Charlie Hebdo”

Un disegnatore che si alza dal tavolo per chiudere la porta, e poi torna a disegnare. Senza parole se non un laconico «Lunga vita a Charlie». Così Guy Delisle, celebre fumettista canadese, autore di celbrate graphic novel come Pyongyang, Shenzen, Cronache da Gerusalemme e Cronache birmane ha voluto oggi rendere omaggio, con una vignetta apparsa sul suo sito internet, alle vittime della strage del 7 gennaio. Un modo per allontanarsi da un mondo brutto e ostile, forse. Di sicuro, la lucida consapevolezza della sua paura, ma anche della sua volontà di continuare a disegnare. Una celebrazione onesta e priva di qualunque retorica che a noi è piaciuta molto.