Apple riprova a prendere il controllo dei vostri salotti

Apple riprova a prendere il controllo dei vostri salotti

Fra i diversi prodotti che Apple ha presentato a San Francisco, uno in particolare ci ha interessati. È piccolo, sottile, dotato di touch pad, pulsante per accedere a Siri, accelerometro e giroscopio, ma non è il nuovo iPhone. Si tratta invece del telecomando progettato per la nuova versione di Apple TV, il contendente Apple alla gestione dei sistemi di intrattenimento da salotto, che non veniva aggiornato dal 2012.

I consumatori si sono abituati a televisori connessi a Internet che utilizzano una varietà di app

Questa attesa potrebbe rivelarsi una cosa positiva per l’azienda. In questo tempo, i consumatori si sono abituati a televisori connessi a Internet che utilizzano una varietà di app, inclusi servizi di streaming video come Netflix e Hulu, ma nessuna società è emersa come leader di mercato. La nuova Apple TV, che sarà disponibile verso la fine di ottobre a partire da 149 dollari per 32 gigabyte di memoria o 199 dollari per 64 gigabyte, mira a conseguire proprio questo risultato combinando una interfaccia – dotata di un gran numero di app per operazioni che vanno dalla visione di film agli acquisti online uniti – ad una grande facilità di uso.

Il touch pad rivestito di vetro è il sistema di navigazione più ovvio per la Apple TV, permettendo di scorrere semplicemente da un film a un altro e premere verso il basso per selezionarlo. Siri è evidentemente pensato per giocare un ruolo altrettanto importante in questa navigazione, visto che il telecomando presenta un pulsante dedicato.

Nell’offrire una dimostrazione del dispositivo, il senior design producer di Apple, Jen Folse, ha mostrato come utilizzare Siri per ricercare cose specifiche come un episodio di Modern Family in cui compare Edward Norton. Siri è in grado di condurre le proprie ricerche attraverso una moltitudine di servizi che includono iTunes, Netflix ed HBO (è possibile filtrare la ricerca includendo fattori quali il genere, il direttore o l’età consigliata).

Apple sta anche cercando di fare delle app una componente importante per Apple TV. Il dispositivo utilizza il tvOS della società, che si basa sul software mobile iOS, e gli sviluppatori potranno creare le proprie app nella speranza di offrire una varietà di attività per l’intrattenimento. Apple ha mostrato diverse app, inclusa una app di shopping realizzata in collaborazione con Gilt, ed un paio di giochi che si affidano all’accelerometro, al giroscopio ed ai pulsanti del telecomando come controller (alcuni giochi dovrebbero permettere a più giocatori di utilizzare un iPhone o iPod come controller addizionali).

Durante la demo libera, il telecomando di Apple TV mi è parso facile da utilizzare, così come il menu per trovare film, guardare foto, giocare e quant’altro. Chiedendo a Siri di «trovare alcuni grandi film degli anni ‘90», questo mi ha risposto con un elenco di suggerimenti che variavano da Jurassic Park a Babe (suppongo i nostri gusti siano differenti).

Ho anche provato il touch pad, e devo dire che mi è parso comodo e funzionale; non ho avuto il tempo per provarlo su tutte le app disponibili, però.

Dan Cryan, un analista della IHS, dice che gli aggiornamenti alla Apple TV dimostrano come questo prodotto «non è più un hobby» per Apple, soprattutto considerata l’aggiunta dell’app store, che potrebbe portare a una maggiore disponibilità di servizi video per la televisione. Pur riconoscendo la qualità degli aggiornamenti, Cryan dice che difficilmente il servizio ruberà il controllo della tv via cavo sul mercato dell’home entertainment.

(Traduzione di Matteo Ovi)