La società di dopodomani

Immaginare l'Italia che saremo: difficile ma essenziale per capire i mutamenti di oggi

Sabato 7 maggio, ore 18.00 – Sala Rivolta

LA SOCIETÀ DI DOPODOMANI

Comunità che si frantumano e si riaggregano. Giovani contro vecchi. Italiani e migranti. Solitudini e moltitudini. Spopolamenti e invasioni. Immaginare che Italia saremo, in un prossimo futuro, è un mestiere complesso. Ma è la chiave per comprendere i mutamenti di oggi, per indirizzarli, o per porvi rimedio.

Con Aldo Bonomi, Alessandro Rosina, Ivana Pais.
Modera Francesco Cancellato.

Aldo Bonomi, sociologo, è fondatore del Consorzio Aaster, che dirige dall’84. Ha sempre mantenuto al centro dei suoi interessi le dinamiche antropologiche, sociali ed economiche dello sviluppo territoriale. Editorialista de IlSole24Ore, con la rubrica “Microcosmi”. Ha pubblicato nel 2013 Il capitalismo in-finito. Indagine sui territori della crisi (Feltrinelli).

Ivana Pais insegna Sociologia economica nella Facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Studia il lavoro e l’economia digitale. Ha scritto Crowdfunding. La via collaborativa all’imprenditorialità con P.Peretti e C. Spinelli (Egea 2014) e La rete che lavora (Egea 2012).

Alessandro Rosina è Professore ordinario di Demografia e Statistica sociale presso la Facoltà di Economia dell’Università Cattolica di Milano. Tra i suoi libri più recenti: Non è un paese per giovani, con E.Ambrosi (Marsilio, 2009), L’Italia che non cresce. Gli alibi di un paese immobile (Laterza, 2013), NEET. Giovani che non studiano e non lavorano (Vita&Pensiero, 2015).

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta