Paperone rinasce in Germania. Commerzbank non verserà la liquidità alla Bce

Sfida tedesca a Mario Draghi. La banca partecipata dal governo di Berlino sta studiando l'ipotesi di stoccare grandi quantitativi di contanti in giganteschi caveau, invece parcheggiare il denaro alla Banca centrale europea, dove oggi i depositi sono penalizzati dai tassi negativi...

Commerzbank, una delle maggiori banche tedesche, sta esaminando la possibilità di stoccare miliardi di euro in caveau invece che pagare una penale per parcheggiarli alla Banca Centrale Europea, che applica sui depositi tassi negativi.
Lo riporta Reuters citando “fonti vicine alla situazione”. L’ipotesi di costruire depositi alla Paperon de’ Paperoni, per di più attribuita a una banca partecipata dal governo tedesco, rappresenta una sostanziale protesta contro i tassi ultra bassi della Bce, che sono stati criticati da diversi politici, inclusi il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble.

Anche se una decisione non è ancora stata presa, l’istituto ha discusso del tema con le autorità tedesche, hanno spiegato due funzionari. Un portavoce di Commerzbank ha spiegato che «al momento» la banca non sta stoccando contanti, mentre non ha commentato se potrebbe farlo in futuro. No comment da parte della Bce. L’esame da parte di Commerzbank di opzioni alternative di stoccaggio rispetto alla Bce arriva in un momento di frustrazione per i costi dei depositi presso la banca centrale.

Se il progetto di stoccare contanti su grande scala andasse in porto, sarebbe la prima grande banca europea a intraprendere un tale mossa. Se altri istituti dovessero seguire l’esempio, la politica della Bce di applicare costi ai depositi diverrebbe sempre più inefficace. Una tale mossa tuttavia implicherebbe tutta una serie di costi, come l’assicurazione antincendio o contro il furto. Il gruppo assicurativo tedesco Ergo e altri grandi gruppi hanno detto di aver ricevuto un numero crescente di domande in questo senso. Ci sono inoltre problemi di tipo logistico che di fatto mettono un limite all’ammontare di cash che può essere stoccato. Stoccare due milioni di euro in banconote da 200 euro produrrebbe infatti una colonna di circa 11 tonnellate. Il costo per spostare in sicurezza tali grandi somme aveva spinto le banche regionali tedesche a decidere contro la possibilità di stoccare il denaro contante.