Investire o scommettere? La sottile differenza tra giocare in Borsa e giocare d’azzardo

Si chiamano opzioni binarie, ma sarebbe meglio rinominarle “testa o croce truccato” perché caratterizzate esclusivamente dalla componente d'azzardo. Ecco come fare per non bruciare i propri soldi investendo nel medio e lungo termine

Avete mai pensato al parallelismo che esiste tra il mondo della finanza e il gioco d’azzardo? Basti pensare che nel parlare comune si utilizza il detto “giocare in Borsa” per esprimere una scommessa sulla salita o discesa di un titolo negoziato; motivo per cui spesso si fatica a comprendere il (labile) confine tra la scelta di investire i propri risparmi e quella di scommetterli in giochi d’azzardo.

Forse in pochi lo sanno, ma il Superenalotto è il gioco d’azzardo con le più basse probabilità di vincita. Ed è così anche per alcuni prodotti finanziari che abbondano senza controllo sul web, caratterizzati esclusivamente dalla componente dell’azzardo che possono causare l’integrale perdita del capitale investito. Si chiamano opzioni binarie, ma sarebbe meglio rinominarle “testa o croce truccato”.

Come fare allora per investire in modo sicuro senza giocare d’azzardo? Un certa dose di rischio è impossibile da eliminare: non esistono investimenti sicuri che garantiscono con certezza ritorno sul capitale. La cosa positiva, però, è che gli investimenti temporali più lunghi possono offrire la maggior probabilità di ottenre dei rendimenti – a patto che si tratti di prodotti diversificati, gestiti con cautela e razionalità.

(…) Continua a leggere su Risparmiamocelo.it

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta