Etichette alimentari: i consumatori vogliono trasparenza

Una ricerca presentata alla Commissione Europea dall'Economics of Industrial Research and Innovation rivela che l'85% dei consumatori italiani desidera informazioni chiare sulle etichette degli alimenti. I Paesi europei hanno regole diverse e in Italia il dibattito è aperto

Oltre il 50% degli shopper in Europa afferma che il benessere è una componente molto importante nella vita di ciascuno: lo rivela la ricerca di IRI “Nutrition Labels in Europe. Take the lead or fall behind” recentemente presentata alla Commissione Europea. La ricerca rileva anche che l’85% dei consumatori italiani è interessato alle informazioni indicate sulle etichette alimentari e desidera che siano esposte chiaramente – “IRI Italy 2018 survey”.

L’approccio alla questione in Europa è frammentato. I paesi europei adottano infatti diversi sistemi o ordinamenti sull’etichettatura alimentare, creando talvolta confusione nei consumatori che hanno bisogno di una maggiore trasparenza in merito alle proprietà nutrizionali di quanto acquistano.

Continua a leggere su TendenzeOnline

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta