Cucina con GastronomikaCresi ors

Un modo di reinventare, in chiave ironica, il concetto di gastronomia siciliana e offrire ad un pubblico variegato ed eterogeneo l’eccellenza della materia prima dell’isola con tutta la spensieratezza di un panino che scimmiotta il modello americano, ma che nella sua essenza rappresenta l'esatto opposto

Panini di Sicilia

Ogni giorno vi raccontiamo una nuova ricetta da provare, costruendo insieme le nostre cene e cercando di imparare di giorno in giorno una tecnica, un tipo di cottura, un taglio sempre nuovi. Non diventeremo chef, ma sicuramente avremo nel nostro quaderno qualche nuovo grande classico di famiglia, da condividere nei prossimi mesi nelle cene con gli amici. Prima di cominciare, un unico imperativo: lavatevi bene le mani.

Ingredienti

1 panino casereccio lungo o ciabattina , 200 g di carne di cavallo, 40 g di Provola delle Madonie, 20 g di Pecorino siciliano grattugiato, 20 g di Parmigiano Reggiano grattugiato , 1 uovo, latte qb, 2 fette di pane bianco in cassetta , 20 g di ricotta salata, 5 g di cipolla rossa cruda, 1 pomodoro da insalata, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 spicchio d’aglio rosso di Nubia origano, salsa agrodolce, sale

Per la salsa agrodolce
1 bicchiere di aceto di vino bianco, 100 g di zucchero, origano siciliano secco, sale

Procedimento

Ammollate nel latte le fette di pane bianco private della crosta. Impastate la carne di cavallo con il Pecorino, il Parmigiano, l’aglio tritato molto finemente, il pane ammollato e ben strizzato, l’uovo, il sale e il prezzemolo. Formate delle polpette di 30-35 g e cuocetele in forno a 200 °C per 8-10 minuti.

In una padellina antiaderente preparate un caramello, facendo sciogliere lentamente lo zucchero a fuoco basso. Sfumate con l’aceto, aggiungete il sale e l’origano, mescolate bene. Mettete le polpette parzialmente cotte in questa salsa agrodolce, quindi portatele a cottura in altri 5 minuti.

Aprite il panino a portafogli. Tagliate la Provola delle Ma- donie a fette e disponetele su ambo i lati; infornate finché il pane non è tostato e il formaggio fuso. Posizionate ora le fette di pomodoro, poi al centro 3 polpette, qualche fettina di cipolla rossa ben sciacquata in acqua ghiacciata, una spolverata di origano e una grattata abbondante di ricotta salata.

La ricetta è tratta dal libro ‘Panini di Sicilia’ di Elisia Menduni, per Giunti Editore.

Un viaggio tra sapori e foto, centosessanta pagine di bontà che racchiudono storie di persone, prodotti e ricette golose, con la guida di Fud Bottega Sicula, che da sempre seleziona i migliori ingredienti dell’isola per raccontare la Sicilia gastronomica in maniera divertente e contemporanea.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta