Camere con vista Dieci indirizzi per soggiornare in dieci città d’arte

Un giro d’Italia nei luoghi più amati e ammirati dai turisti di tutto il mondo, passa attraverso i migliori hotel, che consentono di respirare a pieno la bellezza del posto e di cogliere la sua essenza

Belle sempre, sotto il sole dell’estate come nella pioggia d’autunno, le città d’arte italiane sono la meta ideale per un weekend, per perdersi tra vie e piazze, per visitare musei e chiese, per respirare la storia: il fascino senza tempo delle “grandi”, da Roma a Firenze, compete con l’incanto di gioielli come Matera o Assisi nel conquistare turisti e viaggiatori. E perché tutto sia perfetto, fondamentale è scegliere l’indirizzo giusto: per trascorrere una notte in centro e svegliarsi spalancando le finestre su uno scorcio da fotografare, per assaggiare piatti e vini che entrano nella memoria insieme ai monumenti e alle opere d’arte, per rilassarsi e godere a pieno del respiro della città. E questo è il momento ideale per regalarsi un weekend d’autore, per scoprire le nostre città ammirandole dalla miglior prospettiva possibile.

Svegliarsi a Venezia, come in un sogno
Un museo a cielo aperto, un quadro in cui è possibile perdersi, tra mille sfumature e riflessi. Percorrere Venezia è questo e molto altro. È l’arte che incontra il sogno. E al risveglio il sogno è ancora lì ad aspettarci, fuori dalla finestra. Questo accade a chi soggiorna al Bauer Palazzo, hotel sospeso fuori dal tempo, nel cuore di Venezia, a pochi metri da Piazza San Marco, con viste spettacolari sul Canal Grande e sulla chiesa di San Moise. Lusso ed eleganza pervadono tutti gli ambienti, ma l’esclusività è la cifra del ristorante Settimo Cielo, la terrazza più alta della città: la bellezza della laguna, come un quadro, sarà lo sfondo per un’esperienza gourmet da ricordare.

A Verona, sulle orme di Giulietta
«Non esiste mondo fuori delle mura di Verona», scrive Shakespeare nell’immortale Romeo e Giulietta. Un mondo di bellezza, quello che vive a Verona, fatto di vestigia romane e chiese medievali, di palazzi rinascimentali e di fortificazioni austriache. Un mondo che si traduce in musica per gli appassionati di opera che nell’Arena vedono un tempio della loro passione, un mondo che si apre all’amore per chi rincorre il sogno degli amanti shakespeariani. Per un soggiorno unico Corte Realdi, nobile e antica dimora parte di les Collectionneurs, accoglie gli ospiti tra architetture rinascimentali e splendidi affreschi. A completare l’esperienza, la vista sulla porta romana della città.

Una fuga milanese
Il Duomo e Sant’Ambrogio, il Cenacolo di Leonardo e il Castello Sforzesco, le nuove architetture e i tanti, tantissimi musei. Milano non è solo da bere, Milano è città da vivere e da visitare. È città d’arte, città storica e città contemporanea. Per conoscerla bisogna partire dal punto giusto. Speronari Suites, affiliato Condé Nast Johansens, unisce funzionalità, attenzione al dettaglio e un amore tutto milanese per il design. Il Duomo è a pochi passi, così come le vetrine delle boutique e i mezzi pubblici con cui raggiungere qualsiasi punto della città. I dintorni dell’hotel brulicano di vita e di locali dove cenare o prendere un aperitivo, ma il ristorante dell’hotel, El porteno, conquista con il suo stile argentino e il suo tocco gourmet dal respiro internazionale.

A Urbino, respirando l’umanesimo
Nel centro storico di Urbino, l’hotel Bonconte è un’antica villa recentemente ristrutturata, punto di partenza privilegiato per visitare la città: musei e monumenti si raggiungono comodamente, e a fine giornata ci si può rilassare nel giardino dell’hotel. Ciliegina sulla torta il ristorante La Lanterna Verde, dove gustare piatti preparati con i prodotti simbolo del territorio.

Una giornata fiorentina
Passeggiare per le vie di Firenze è fare un tuffo nella storia. E la storia è di casa all’Hotel Brunelleschi, in pieno centro, a due passi dal Duomo, da Palazzo della Signoria e dalla Galleria degli Uffizi. La storia avvolge tutto l’hotel, entrando a far parte dell’edificio, che comprende una torre semicircolare del VI secolo, inglobata nella facciata, e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium romano, incastonato nelle fondamenta. L’eleganza e le comodità vanno di pari passo con il fascino della struttura, e non mancano le attenzioni per il palato: il Santa Elisabetta, il ristorante gourmet dell’hotel, vanta una stella Michelin.

Ad Assisi, la pace e la bellezza
La vista spazia tra le due rocche, Maggiore e Minore, e sul monte Subasio. L’atmosfera raccoglie la storia e la bellezza di Assisi. Il NUN Assisi Relais & SPA Museum riporta in vita l’antico monastero di Santa Caterina risalente al 1275, grazie a un restauro attento e rispettoso. Attento e rispettoso è anche il lavoro da cui nasce la SPA, vero e proprio museo in cui le acque e i trattamenti di benessere convivono con testimonianze romane di altissimo valore archeologico. Arte dentro, dunque, e arte fuori: l’hotel è in pieno centro storico, la “città santuario” è pronta da visitare, e la Basilica di San Francesco si raggiunge in 20 minuti a piedi.

Roma. Punto.
Chi visita Roma a volte ha l’impressione che le cose da vedere si moltiplichino. A ogni angolo si scopre una bellezza inattesa, uno scorcio da ammirare, un tema da approfondire. E altrettanto vasta, ricca e sfaccettata è l’offerta dell’ospitalità. Scegliere l’albergo giusto può sembrare difficile. Una buona strada a può essere quella di cercare l’equilibrio: tra eleganza e funzionalità, tra centralità e tranquillità. Mascagni Luxury Rooms & Suites è la nuova dipendenza dell’Hotel Mascagni, situata all’interno di un prestigioso palazzo umbertino di fine ‘800 dai pavimenti in mosaico. Lo stile è contemporaneo, il concetto di ospitalità proposto, decisamente innovativo, pone al centro l’intimità, coniugando la tranquillità di una camera privata con tutti i comfort di un hotel a quattro stelle. La “casa madre” è a pochi metri. I principali monumenti si possono raggiungere a piedi, così come la metropolitana e il bus per gli spostamenti più lunghi.

 

Vedi Napoli e poi muori
La frase è di Goethe, grande poeta tedesco che scriveva: «da quanto si dica, si narri, o si dipinga, Napoli supera tutto: la riva, la baia, il golfo, il Vesuvio, la città, le vicine campagne, i castelli, le passeggiate». La bellezza di Napoli non ha eguali, e i turisti qui la respirano, insieme all’arte di vivere all’italiana. Storia, arte e benessere sono quello che l’hotel Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel mette a disposizione dei suoi ospiti: all’emozione di soggiornare in una residenza signorile del XIII secolo si abbinano i comfort più moderni, oltre al pregio di essere in pieno centro, e di poter raggiungere a piedi non solo corso Umberto I e piazza del Plebiscito, ma anche il mare.

Dormire nei sassi a Matera
“Alzando gli occhi vidi finalmente apparire, come un muro obliquo, tutta Matera”, scriveva Primo Levi. Una vera scultura, intagliata nella roccia viva, una città da percorrere alla ricerca di tesori nascosti, e da respirare trasformando ogni istante del soggiorno in un’esperienza. Anche le notti: questo accade alla Corte San Pietro, albergo diffuso membro di les Collectionneurs, dove le pareti di tufo non creano divisione, ma continuità con l’ambiente circostante.

A Lecce
La chiamano “la Firenze del Sud”. Le architetture barocche definiscono la cifra stilistica del centro di Lecce, in un susseguirsi di chiese e monumenti che incantano i visitatori, distraendoli dallo stereotipo del Salento fatto di sole, spiagge e mare. E dalla terrazza del Palazzo BN, in pieno centro storico, si può lasciar spaziare lo sguardo sulle bellezze della città, magari mentre si sorseggia un aperitivo. L’hotel, situato a 100 metri da Piazza Sant’Oronzo, occupa la sede storica del Banco di Napoli: dove un tempo erano i caveau della banca, ora si trova una Wellness boutique, mentre Al pianterreno, ricavato dall’antica lastra di marmo un tempo reception del Banco di Napoli, si apre il Food Court con la sua vasta offerta gastronomica.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta