Cucina con GastronomikaZuppa di castagne

Calda, rassicurante e stagionale, in questi giorni carichi di nuvole, nebbia e pensieri, ci facciamo coccolare da un piatto di zuppa bollente, preparato con la regina dell’autunno, la castagna. Da accompagnare con i migliori taralli che avete in dispensa

Ogni giorno vi raccontiamo una nuova ricetta da provare, costruendo insieme le nostre cene e cercando di imparare di giorno in giorno una tecnica, un tipo di cottura, un taglio sempre nuovi. Non diventeremo chef, ma sicuramente avremo nel nostro quaderno qualche nuovo grande classico di famiglia, da condividere nei prossimi mesi nelle cene con gli amici. Prima di cominciare, un unico imperativo: lavatevi bene le mani.

 

Ingredienti

Per 4 persone

  • 1 kg di castagne fresche
  • 2 o 3 cipolle medie con la pelle
  • Olio extra vergine di oliva
  • 1 litro di brodo di pollo (o acqua)
  • Sale
  • 1 cucchiaio di latte di cocco
  • 1 cucchiaino di salsa di soia
  • 3 cucchiai di acqua

Procedimento

  • Accendiamo il forno a 190 ºC. Peliamo e tagliamo le cipolle in quattro parti. Condiamo e bagnamo con un filo d’olio, quindi inforniamo fino a farla diventare dorata.
  • Con l’aiuto di un coltello ben affilato, facciamo un taglio a croce su ogni castagna. Non deve essere un taglio superficiale, ma deve arrivare fino alla castagna.
  • Mettiamo dell’acqua in un pentolino e portiamo ad ebollizione. Quando l’acqua bolle, aggiungiamo le castagne e lasciamo cuocere per 4 minuti. Scoliamo le castagne e mettiamole sotto il getto d’acqua fredda per poterle pelare facilmente.
  • In una pentola ampia, lasciamo cuocere il brodo con le cipolle e le castagne, finché non diventano morbide. Aggiustiamo di sale e mettiamo da parte alcune castagne.
  • Trituriamo la zuppa, mettiamo da parte.
  • Tagliamo le castagne intere che avevamo messo da parte e le mettiamo in una pentola con il latte di cocco, un po’ d’acqua e la salsa di soia. Lasciamo cuocere alcuni minuti.
  • Serviamo la zuppa calda con pezzi di castagne passate in padella, un filo di latte di cocco e un giro di olio

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club