Il digiuno di Barbie Il trionfo di Oppenheimer e Succession ai Golden Globe (e la sconfitta di Garrone)

Il film sulla creazione della bomba atomica ha ottenuto cinque premi, incluso miglior film drammatico, miglior regia e premi per le interpretazioni di Cillian Murphy e Robert Downey Jr. "Io capitano" del regista italiano non ha vinto come miglior film straniero

LaPresse

“Oppenheimer” ha dominato i Golden Globe, sorprendendo pubblico e critica con una vittoria eclatante battendo il grande favorito “Killers of the Flower Moon” di Martin Scorsese. I circa trecento giornalisti dell’associazione stampa estera di Hollywood hanno scelto il film sulla creazione della bomba atomica come migliore pellicola drammatica e Christopher Nolan ha ottenuto il suo primo Golden Globe come miglior regista. Premiati anche Cillian Murphy (miglior attore) e Robert Downey Jr. (miglior attore non protagonista). 

Contro ogni previsione anche “Poor Things”  del regista greco Yorgos Lanthimos con protagonista Emma Stone nel ruolo di una donna defunta riportata in vita da scienziati, ha vinto come miglior film musicale o commedia. “Barbie” che aveva ottenuto nove nomination si deve accontentare del neo premio per il film campione d’incassi e del riconoscimento a Billie Eilish e Finneas per “What Was I Made For?”.

“Succession” ha vinto come miglior serie drammatica, ottenendo anche la statuetta per il migliore attore (Kieran Culkin), migliore attrice (Sarah Snook) e migliore attore non protagonista (Matthew Macfadyen). “The Bear” ha vinto invece come miglior serie commedia. “Anatomia di una caduta” della francese Justine Triet ha vinto il premio come miglior film internazionale battendo “Io, capitano” di Matteo Garrone e il premio come miglior sceneggiatura originale. “Il Ragazzo e l’Airone”, ultima opera dela maestro giapponese Hayao Miyazaki ha vinto come migliori film di animazione. La serata dei Golden Globe ha inaugurato la stagione dei premi cinematografici che culminerà con gli Oscar del 10 marzo.

Qui l’elenco completo dei principali vincitori
Miglior Film Drammatico: Oppenheimer
Miglior Film Musicale o Commedia: Poor Things
Miglior Film d’Animazione: The Boy and the Heron
Miglior Regista: Christopher Nolan, Oppenheimer
Miglior Attore in un Film Drammatico: Cillian Murphy, Oppenheimer
Miglior Attrice in un Film Drammatico: Lily Gladstone, Killers of the Flower Moon
Miglior Serie Televisiva Drammatica: Succession
Miglior Serie Televisiva Musicale o Commedia: The Bear
Miglior Attore in una Serie Televisiva Drammatica: Kieran Culkin, Succession
Miglior Attrice in una Serie Televisiva Drammatica: Sarah Snook, Succession
Miglior Sceneggiatura: Justine Triet, Arthur Harari; Anatomy of a Fall
Miglior Attore Non Protagonista: Robert Downey Jr., Oppenheimer (Film)
Miglior Attrice Non Protagonista: Da’Vine Joy Randolph, The Holdovers (Film)
Miglior Attore Non Protagonista in Televisione: Matthew Macfadyen, Succession
Miglior Attrice Non Protagonista in Televisione: Elizabeth Debicki, The Crown.

Le newsletter
de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter