La creatività in carcere

Cristina Coglitore

Sono stata giornalista (Largo Consumo, Test e Tuttoturismo da interna, Corrierelavoro e Sole 24 ore da freelance): non scrivo più da anni perché i ‘compensi’ sono scandalosi. Da un anno sviluppo il tema del lavoro in carcere sul sito www.prodottinliberta.it dove seguo l’attualità con le notizie del settore (in homepage), raccolgo le adesioni al progetto delle cooperative sociali che implementano il lavoro in carcere e cerco il contatto con quella parte di consumatori più attenti al contenuto etico dell’acquisto come i Gas e le botteghe solidali. Il tutto è al momento no profit.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club