Palla al centroDal romanzo alla realtà. Il Wembley a caccia della FA Cup 2013

Sulle orme degli S.S. Wanderers il piccolo Wembley sogna la coppa d'Inghilterra. Come nel romanzo di Carr, in cui la piccola squadra di paese degli Wanderers riuscì a vincere l'ambita coppa, anche ...

Sulle orme degli S.S. Wanderers il piccolo Wembley sogna la coppa d’Inghilterra. Come nel romanzo di Carr, in cui la piccola squadra di paese degli Wanderers riuscì a vincere l’ambita coppa, anche il Wembley ci prova partendo dal basso. Il piccolo club del nord-ovest londinese milita infatti in seconda categoria e da li partirà la cavalcata verso il sogno di giungere il prossimo maggio a Wembley per disputare la finalissima.

Per farlo il club potrà contare su uno sponsor d’eccezione, il marchio Budweiser, e su uno staff e giocatori d’eccezione. Per tentare l’impresa in panchina è stato infatti chiamato l’ex ct inglese Venables, 69 anni, mentre in squadra sono state ingaggiate vecchie glorie del calcio come Canigga, Parlour e Le Saux ex bandiera del Chelsea pre Abramovich. I big si giocheranno poi il posto col resto della squadra composta da giocatori del Wembley e nuovi arrivi selezionati attraverso dei provini.

A differenza del romanzo di Carr, ambientato in un’epoca in cui il calcio in tv era un’eccezione e non la norma, a seguire l’avventura del Wembley ci sarà l’emittente americana Espn che trasmetterà le gare in America e ne segurià le avventure in una sorta di reality show stile “Campioni”. L’avventura della matricola londinese partirà il prossimo 11 agosto nel primissimo turno preliminare della manifestazione. L’augurio è quello di andare avanti il più possibile. Se non fino a maggio, perchè non ritrovarli almeno a gennaio, quando scendono in campo le big di Premier?

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta