Palla al centroLo sceicco lascia, il Malaga dice addio ai sogni di gloria

Fine dei sogni e ritorno alla realtà. E' durato solo 24 mesi il sogno dei tifosi del Malaga di poter competere nella Liga con Real e Barcellona grazie ai soldi dello sceicco. Dopo appena due anni d...

Fine dei sogni e ritorno alla realtà. E’ durato solo 24 mesi il sogno dei tifosi del Malaga di poter competere nella Liga con Real e Barcellona grazie ai soldi dello sceicco. Dopo appena due anni di gestione lo sceicco Al-Thani molla infatti la presa, stretto tra i debiti ed un impegno più oneroso del previsto per trasformare il club nella nuova Eldorado del calcio spagnolo.

I primi sintomi si erano già avuti negli ultimi mesi con alcuni giocatori che hanno ricevuto lo stipendio in ritardo; poi l’immobilismo in chiave mercato e adesso la doccia fredda. La società smantella, con i migliori giocatori, Santi Cazorla e Toulalan su tutti, che sono stati di fatto messi sul mercato nonostante l’imminente preliminare di Champions.

In periodi di crisi come questo sono molti i tifosi italiani che sperano nella comparsa di qualche emiro disposto a spendere per la propria squadra del cuore, sulla falsariga di City e Psg; lo speravano anche i tifosi del Malaga che, però, sono passati in un attimo dalle stelle alle stalle. Sicuri che la ricetta per resistere nel calcio sia per forza nei capitali esteri?

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta