Tutto è permesso (o quasi)Gli ultimi giorni della campagna elettorale (e dell’umanità). Claudio Bisio illumina Sanremo.

Devono andare tutti a casa! L’urlo ironicamente populista di Claudio Bisio durante la finale del Festival di Sanremo prelude ad uno dei pezzi, più divertenti, poetici e illuminanti di satira politi...

Devono andare tutti a casa! L’urlo ironicamente populista di Claudio Bisio durante la finale del Festival di Sanremo prelude ad uno dei pezzi, più divertenti, poetici e illuminanti di satira politica e civile degli ultimi anni. Bisio riesce con abilità ed efficacia a riportare l’attenzione dai politici corrotti, inefficienti e incoerenti, alla nostra stessa responsabilità di elettori. Come il commediografo boemo Karl Kraus che ne Gli ultimi giorni dell’umanità aveva raccontato con un’ironia lieve e allo stesso tempo lancinante l’irresponsabile e allegro scivolare dei viennesi nell’abisso della prima guerra mondiale, Bisio ci ricorda che i colpevoli della decadenza del nostro paese siamo noi elettori, che abbiamo gli stessi esatti difetti degli eletti. “Gli elettori sono i mandanti!”. Colpisce duro il comico, in un crescendo di battute e di dotte citazioni che volano genialmente da Topolino fino alle maschere della commedia dell’arte italiana. Maschere che sempre ammiccano quando si tratta della responsabilità altrui. Cosi facevano due personaggi della commedia di Kraus a proposito dei guadagni sulle mediazioni sulle commesse militari (ahi).

Abbonato: Certi mediatori hanno realizzato grossi profitti grazie a questi contratti. Pensi, lavorano con i mediatori!
Patriota: Dove?
Abbonato: In Francia, le dico!
Patriota: Ma è uno scandalo!
Abbonato: E se ne discute pubblicamente in Parlamento!
Patriota: Pensi se questo può succedere da noi! Per fortuna noi non abbiamo…
Abbonato: Il Parlamento, lei vuol dire…
Patriota: No, volevo dire la coscienza sporca.

E il caso di dire, né l’uno né l’altra!

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta