Laboratorio SiciliaMicciché ricoverato d’urgenza a Messina per un dolore al torace

Alle 8:30 di questa mattina si è diffusa la notizia: il leader di Grande Sud Gianfranco Micciché, ex ministro del governo Berlusconi, è stato colto da un attacco cardiaco ieri sera nel corso di un ...

Alle 8:30 di questa mattina si è diffusa la notizia: il leader di Grande Sud Gianfranco Micciché, ex ministro del governo Berlusconi, è stato colto da un attacco cardiaco ieri sera nel corso di un incontro politico a Messina, ed è stato trasportato d’urgenza all’ospedale “Papardo” di Messina. Una notizia che ha fatto il giro di tutte le agenzie di stampa, e di tutti i maggiori siti di informazione regionale. Si parlava di infarto. Ma dopo circa un’ora è arrivato la nota dell’ufficio stampa di Grande Sud che smentiva l’infarto : «Al fine di evitare inutili allarmismi e interpretazioni errate da parte dei media si specifica che Gianfranco Miccichè ha sofferto di un’angina pectoris, ovvero un dolore al torace provocato dall’insufficiente ossigenazione del muscolo cardiaco a causa di una transitoria diminuzione del flusso sanguigno attraverso le arterie coronarie». Adesso, continua la nota, «le condizioni generali di Gianfranco Micciche’ sono buone e non destano preoccupazione. Il decorso procede normalmente».

Tuttavia, come scrive l’edizione palermitana di Repubblica, «qualche anno fa l’ex ministro era stato ricoverato d’urgenza all’Ismett per un malore simile, ma allora non si era avuta notizia di interventi chirurgici o di rischi futuri: Miccichè era rimasto convalescente per alcune settimane e poi aveva ripreso l’attività politica».

L’ex ministro Micciché è recentemente tornato fra le braccia di Silvio Berlusconi. Ed alle politiche del prossimo 24 e 25 febbraio sarà coalizzato con il Pdl, e con la coalizione di centrodestra.

giuseppealberto.falci@gmail.com

Twitter: @GiuseppeFalci

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta