Little Light LabLa stolta scelta dei saggi

Secondo Socrate, la più grande saggezza risiedeva nel “sapere di non sapere”, pertanto saggio era colui che si apriva a verità nuove senza pregiudizi e senza opinioni preconcette. Platone invece de...

Secondo Socrate, la più grande saggezza risiedeva nel “sapere di non sapere”, pertanto saggio era colui che si apriva a verità nuove senza pregiudizi e senza opinioni preconcette. Platone invece definiva la saggezza come “Sophrosyne”, una divinità femminile che personificava temperanza, autocontrollo, equilibrio e moderazione.

Purtroppo Napolitano non pensava alla filosofia greca quando ha nominato i dieci saggi per salvare il Paese. Altrimenti, si sarebbe accorto che per traghettare l’Italia fuori dall’inferno in cui l’hanno buttata decenni di casta politica (maschile e gerocratica), ci vogliono voci e visi diversi.

Innanzitutto, ci vogliono donne, non solo perché le donne rappresentano metà della popolazione e qualsiasi rappresentanza politica che le escluda è assolutamente antidemocratica. Soprattutto, perché le donne, in un paese profondamente maschilista come il nostro, sono le uniche a conoscere profondamente quelle realtà di disuguaglianza di genere che ci tengono indietro come Paese. Escluderle non è una stoltezza solo da un punto di vista etico, ma politico ed economico. Si ricorderanno i saggi uomini scelti da Napolitano dell’imprescindibilità degli asili nido per fomentare l’occupazione femminile, o si affideranno a qualche modello economico disegnato da uomini che, francamente, della maternità non hanno capito nulla?

E poi mancano i giovani. La crisi italiana è anche il frutto di una classe politica gerocrata, profondamente autoreferenziale e incapace di capire le necessità delle generazioni mille euro che dalla politica tradizionale si sono sentite tradite e hanno votano M5S. Non si può pensare di rinnovare l’Italia senza includere chi il rinnovamento ce l’ha nel DNA: i giovani. Lo sa Napolitano che la decisione di Obama di intervenire in Libia nasce dal dialogo tra il Presidente e uno stagista ventenne?

L’Italia non è L’America e la casta politica si sarà pure comprata altro tempo di respiratore artificiale, ma che non s’ingannino: senza donne e senza giovani non si costruisce il futuro.

(Foto da: http://salamedipere.deviantart.com/art/Owl-172982667)

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta