Guarda bene la bollettaInconsistenti ribassi e facili promesse

Dal prossimo aprile, e per i prossimi tre mesi, dovrebbero diminuire le bollette di energia elettrica (1,1%) e del gas (3,8). Le nuove tariffe vengono infatti decise trimestralmente da AEEG, l’Auto...

Dal prossimo aprile, e per i prossimi tre mesi, dovrebbero diminuire le bollette di energia elettrica (1,1%) e del gas (3,8).

Le nuove tariffe vengono infatti decise trimestralmente da AEEG, l’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico.

Va chiarito che la riduzione si applicherà ai soli consumatori in regime di maggior tutela – e non a quelli di mercato libero – e la quantificazione del ribasso, a titolo di esempio, si riferisce sempre all’ “utente domestico tipo” , che consuma annualmente 2.700 kWh, con una potenza impegnata di 3 kW, e 1400 m3 di gas.

Se consumerete di più il ribasso diminuirà, ma anche se consumerete di meno, non è scontato che beneficerete degli stessi ribassi dell’utente domestico tipo.

Inesistente, quasi una beffa, il ribasso dell’energia elettrica: il prezzo all’ingrosso è crollato infatti del 38 % dal dicembre scorso.

Gli oneri di sistema, cioè quelli non legati ai combustibili, sono in costante aumento e, per l’utente “domestico tipo in maggior tutela” – la sola categoria opportunamente catalogata e tenuta in stretta osservazione da AEEG – hanno raggiunto il 21,5% del costo della bolletta.

Il peso di questa voce aumenta considerevolmente, sia per consumi superiori, il che è ovvio, ma anche per consumi inferiori a quelli dell’”utente domestico tipo”; ciò significa che chi meno consuma – sono gli utenti più disagiati – più partecipa alla “mangiatoia ” del sistema.

L’entità dei ribassi non è solo risibile ma anche molto parziale e, più importante, chiediamoci cosa succederà quando i prezzi dei combustibili torneranno a crescere!

La riduzione delle bollette del gas resta invece un puro atto di fede, in quanto il prezzo della materia prima è un segreto di Stato da vent’anni, così come le regole dei contratti take-or-pay. Da segnalare il calo drammatico del 21% dei consumi di gas, rispetto al febbraio 2013, e del 23,7% rispetto a marzo 2013, proprio mentre AEEG sta intervenendo sugl’incentivi agli stoccaggi strategici, che andranno a caricare nuovamante le bollette.

L’unica possibilità, per l’utente, resta quella di verificare personalmente le bollette dei prossimi mesi.

Un già preannunciato, e ulteriore aumento degli oneri di sistema annullerà, di fatto, le previsioni di AEEG.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020