C’era una volta il risparmio

Inflazione e calo dei redditi reali

Serve una vocazione da Maramaldi per sottolineare il crollo dei risparmi nel pieno di una crisi inflazionistica che sta erodendo i redditi reali. Ed avere anche un certo talento da sadici a sottolineare che serviranno ulteriori riduzioni dei risparmi – ad averceli, ovviamente – per garantire un flusso di consumi ordinato anche nel futuro prossimo. Perché l’alternativa è correggere l’inflazione dei prezzi con la deflazione dei consumi. Il fuoco col fuoco, col rischio stagflazionario, ormai evocato a ogni pie’ sospinto dagli osservatori internazionali. Serve una vocazione e anche un certo gusto dell’ovvio a ricordarci che siamo finiti in un vicolo cieco, visto che una delle cure per mitigare l’inflazione – il taglio dei carichi fiscali che contribuiscono notevolmente alla crescita dei prezzi – e basta ricordare le accise sui carburanti – non è praticabile perché il paziente non se la può permettere. Letteralmente. Perciò contentiamoci di scrivere una nuova storia. Che non può che cominciare così: “C’era una volta il risparmio…”.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter