Tremonti e il demonio dei derivati

Tremonti e il demonio dei derivati

«Il mercato non è il demonio, ma il mercato ha trovato il modo di manifestarsi in alcune forme demoniache come la finanza deviata, la finanza derivata». A dirlo è stato il ministro dell’Economia Giulio Tremonti. Dopo le sparate sui maghi e sui videogame, ora arriva Mefistofele. Qualcuno chiami un esorcista.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter