L’Europa attende l’ultima asta italiana dell’anno

L’Europa attende l’ultima asta italiana dell’anno

Apertura del Financial Times sull’asta italiana di ieri: i rendimenti sono scesi al 3,25% ma la tensione rimane alta guardando allo spread. Oggi è attesa l’ultima asta dell’anno, da 8,5 miliardi di euro. http://goo.gl/rofm4

Sempre sul Ft l’Asia batte gli Usa nella guerra delle Ipo. Nonostante Linkedin e Groupon, le società sbarcate in borsa a Hong Kong, Shanghai e Shenzhen valgono 73 miliardi di dollari. http://goo.gl/svtRA

In prima pagina sul Wall Street Journal il problema numero uno della Bce stanno diventando i collaterali richiesti dall’istituto di Francoforte a fronte dei prestiti concessi alle banche comunitarie. http://goo.gl/u30xI

Sempre sul Wsj, aumentano i figli degli espatriati a Hong Kong, una situazione che sta creando qualche problema al sistema scolastico dell’area. http://goo.gl/JSL0N

Sul New York Times, continuano le tension tra Iran e Usa sulla minaccia di chiudere lo stretto di Hormuz. Per questo, secondo gli analisti, il greggio rimarrà sopra i 100 dollari a barile per tutto il 2012. http://goo.gl/NqMEk

Interessante analisi su The Atlantic che spiega come mai non ci sarà un altro social network che prenderà il posto di Facebook. http://goo.gl/5qLYM

Sull’Independent l’azione legale che hanno intrapreso alcuni cittadini britannici “drogati” di Valium, che accusano i loro medici di non aver rispettato le linee guida nella prescrizione del farmaco, risalenti a 20 anni fa. http://goo.gl/s9bIH

Sul Telegraph, 100 aborti portati a termine l’anno scorso in Gran Bretagna sono legati a nascite multiple. http://goo.gl/JVRkV

Ampio spazio su Le Monde al nuovo leader nordcoreano Kim Jong Un, figlio di Kim Jong Il, e all’imponente cerimonia militare al termine del decimo giorno di lutto per la morte del caro leader. http://goo.gl/MYUeu

Su Les Echos proseguono le polemiche sulle assicurazioni sanitarie francesi, un sistema che sembra non reggere sul lungo periodo. http://goo.gl/pBiWg

La Suddeutsche Zeitung pubblica in esclusiva un’indagine condotta dall’Agenzia federale del lavoro secondo cui un lavoratore su 4 è disoccupato. http://goo.gl/nl4Ew

Su El Paìs le stime della Banca centrale spagnola conferma i dati circolati nei giorni scorsi sulla contrazione economica nel quarto trimestre dell’anno. Crollano i consumi privati. http://goo.gl/KtPHf
 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta