Gabanelli? Meno grillina degli scassacasta Stella&Rizzo

Quirinarie e dintorni

Le Quirinarie grilline alla fine di un elaborato doppio turno hanno partorito il nome per il Colle dell’M5s: Milena Gabanelli, la popolare giornalista conduttrice e anima di Report, paladina della trasparenza e delle inchieste senza sconti sui potenti. Tutto bene, non fosse per una mancanza che salta all’occhio. Una curiosità più che altro. Nella top ten dei classificati al secondo turno non compaiono quelli che sono, secondo noi, ex post, i veri motori immobili, culturali, del successo grillino. Ossia gli autori delle documentate inchieste “anti casta” Gianantonio Stella & Sergio Rizzo, i giornalisti del Corriere che tanto hanno smosso l’indignazione della gente verso il palazzo irriformabile. Articoli, conferenze, dibattiti, libri best seller. Come mai i nostri eroi grillini non li hanno votati, pur essendo molto più del lavoro di Gabanelli all’origine del consenso grillino? Mistero. Forse perchè anche loro, berlusconianamente, preferiscono la tv alla dura fatica di leggere i libri di carta?

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta