Wi-fi gratis nei parchi di San Francisco: offre Google

La mossa del colosso web

La deadline è vicina: entro la primavera del 2014, tutti i parchi pubblici di San Francisco disporranno di una connessione wi-fi gratuita, superveloce, e aperta a tutti. 

Mentre lItalia arranca, dunque – a livello di velocità media della connessione, siamo l’ultimo paese in Europa – gli Stati Uniti procedono a lunghe falcate verso l’innovazione: e il merito, manco a dirlo, è del colosso del web made in USA: Google.

Sarà lazienda del celebre motore di ricerca, infatti, a finanziare l’installazione e la manutenzione di centraline wi-fi all’interno dei 31 spazi verdi di San Francisco. Ad annunciare l’avvio della partnership è stato Mark Farrell, sovrintendente del secondo distretto.

Google sborserà 600mila euro per garantire i primi due anni del progetto, che contribuirà a rendere ancora più interconnessa la città del Golden Gate Bridge, da cui si diparte la culla dell’innovazione tecnologica e digitale americana, la Silicon Valley.

Si tratterebbe, come evidenzia Mashable, di una mossa di pubbliche relazioni. La compagnia, però, ne sottolinea le implicazioni future: «Questo network renderà il web più accessibile che mai agli abitanti di Frisco», ha spiegato la manager di Google Veronica Bell. 

«Speriamo che il wi-fi gratuito diventi una risorsa che la città e altri gruppi locali possano utilizzare per annullare il digital divide e rendere più coesa la loro comunità». I lavori cominceranno a breve, vista la scadenza ravvicinata.

Intanto, negli Usa la sfida alla connessione definitiva continua: solo pochi mesi, infatti, fa Julius Genachowski della Federal Communication Commission aveva proposto la costruzione di una rete wi-fi libera e gratuita disponibile in tutto il territorio nazionale.

Un progetto davvero ambizioso (soprannominato «Super Wi-Fi»), che necessiterebbe sicuramente di diversi anni per essere sviluppato ed implementato, date anche le notevoli difficoltà a livello tecnologico, ma che potrebbe cambiare per sempre le regole del gioco.

Il wi-fi libero e gratuito su tutto il territorio nazionale, infatti, potrebbe portare allo sviluppo di nuove e rivoluzionarie tecnologie: macchine senza guidatore, chiamate vocali gratuite per tutti, servizi medici interconnessi 24 ore su 24 e molto altro ancora.

L’Italia, nel frattempo, discute delle regole necessarie per installare un hot spot wi-fi in un singolo bar.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta