Un mese di Banksy a New York, in tre minuti

Un mese di Banksy a New York, in tre minuti

Il 20 maggio 2014 si è tenuta la cerimonia di premiazione dei Webby Awards, uno dei premi più importanti per quanto riguarda siti, campagne online e social media. Il vincitore della categoria Webby Person of the Year (la persona dell’anno) è stato lo street artist Banksy per la sua “residenza” a New York lo scorso ottobre. Per un intero mese, Banksy è stato a New York, creando una nuova opera ogni giorno — tra graffiti, installazioni e banchetti con opere originali in vendita a prezzi bassissimi, documentando il tutto sul suo account di Instagram e scatenando ogni volta una caccia al tesoro per trovare il suo ultimo lavoro.

Banksy, di cui ancora non si conosce l’identità, ovviamente non si è presentato alla cerimonia di premiazione degli Webby Awards per ritirare il premio, ma ha inviato un video di ringraziamento, presentato da Patti Smith.

 https://www.youtube.com/embed/pqp03X8zwfI/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

A ogni vincitore di un Webby Award viene chiesto di pronunciare un 5-words-speech, un discorso di ringraziamento di solo 5 parole. Banksy ha fatto leggere il suo al presentatore. Dice: «oh, somebody painted over it». Oh, qualcuno ci ha dipinto sopra.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta