Dove dovreste essere oggi invece del posto in cui siete

Dove dovreste essere oggi invece del posto in cui siete

Alle Falkland, no? Lo dicono anche qui.

Se non ne potete più dei dibattiti sull’articolo 18, delle beghe per la Consulta, del tfr in busta paga, dei balletti di Renzi, delle sparate di Marchionne e delle resurrezioni di D’Alema, dovete prendervi una vacanza in un luogo molto, ma molto lontano.

Le Falkland si trovano solo a 12.500 km dall’Italia, appena oltre un oceano, l’equatore, due tropici; nell’altro emisfero e in un’altra stagione. Eppure sono territori d’oltremare della Gran Bretagna (e un referendum recente lo ha confermato, nonostante le pretese dell’Argentina), per cui i 2.500 abitanti sono cittadini europei.

Perché proprio lì? Le isole si trovano nella confluenza tra le acque antartiche e sub-antartiche e ospitano numerose colonie di animali e uccelli marini. Pinguini, senza dubbio, ma soprattutto albatross: circa 80mila esemplari che, all’inizio di ottobre, raggiungono le isole. Lì si incontrano con i partner dell’anno precedente, dopo una separazione di un anno, e cominciano il corteggiamento. Il rituale è elaborato e rumoroso, vengono allargate le ali ed eseguiti precisi passi di danza. Insomma, uno spettacolo interessante che si può vedere solo a ottobre. Di sicuro meglio di Montezemolo e Marchionne.

Immagine tratta da Flickr, di Liam Quinn: “Corteggiamento tra albatross dalle ciglia nere”, Isole Falkland